Panchina rossa

Nella giornata di venerdì 11 giugno in Via dei Lucani a Roma è stata instrallata una panchina rossa dedicata a  Desirée Mariottini, la 16enne sedicenne di Cisterna morta all’interno di uno stabile in via dei Lucani. La panchina è in piazza dei Campani, nel quartiere San Lorenzo, e al taglio ufficiale del nastro, insieme alla mamma della ragazza Barbara Mariottini, c’era anche il minisindaco del II Municipio Francesca Del Bello. Ha commentato la presidentessa: “Ogni volta che mi torna in mente questa terribile vicenda sento il dolore di quei giorni, il pensiero dei familiari dilaniati dal dramma, immagino la vita di Desirée, la donna che sarebbe diventata. Una vita, la sua, spezzata da un crimine spregevole: la violenza e il sopruso. Il mio auspicio è che ogni giorno, chiunque si siederà su questa panchina o la osserverà, possa rivolgere il suo pensiero a Desirée, magari parlandone con il proprio figlio, con il proprio compagno, con il proprio amico. Perché solo la presa di coscienza può salvarci dal fatto che tragedie come questa non si ripetano mai più”.  La mamma di Desirée, in occasione della cerimonia, ha espresso il desiderio che “questa panchina rossa divenga un rifugio, un punto di conforto per chi vive un dolore, un disagio, nella solitudine. Vorrei che Desirée si sedesse insieme a me e mi facesse un cenno, un sorriso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui