Il Prefetto Flaco e il commissario Cappetta

Nella giornata del 25 luglio si è insediato al Comune di Terracina il nuovo commissario prefettizio Francesco Antonio Cappetta, attuale prefetto di Campobasso, che sarà in quiescenza a partire dal 1 agosto e si appresta a guidare il Comune dopo l’inchiesta “Free beach” che ha portato agli arresti di alcuni politici, tra cui il primo cittadino Roberta Tintar, la quale ha rassegnato le dimissioni dal suo incarico, a cui sono seguite le dimissioni di n14 consiglieri eletti del Consiglio Comunale di Terracina. Nella mattinata del 25 luglio Il commissario Cappetta ha incontrato il prefetto di Latina Maurizio Falco prima di raggiungere la città di Terracina per l’insediamento ufficiale. Ha affermato il neo commissario prefettizio: “Mi recherò oggi stesso a Terracina per conoscere i dirigenti e il segretario comunale. Ho una serie di cose da chiedere che riguardano la vita del Comune perché il mio intento è quello di mandare avanti le attività: se sono ferme riprenderle e se non sono cominciate avviarle. Mi riferisco a tutte le attività necessarie alla vita dell’ente. Questo è il mio impegno. Ho avuto molte esperienze commissariali diverse e so che questo è il modo e l’approccio migliore. Sarò coadiuvato dai subcommissari che il prefetto nominerà e assicurerò una presenza costante”. Ha spiegato il prefetto Falco nel presentare il commissario di Terracina: “E’ chiaro che la squadra deve essere composta da professionisti e al contempo è necessario che l’amministrazione sia guidata da una persona esterna, come garanzia di equilibrio e di distanza. Siamo al settimo commissariamento in provincia in due anni – ha poi aggiunto – Confidiamo che si possa rimettere in moto l’amministrazione. Anche Terracina, come Latina, è un comune importante che avrà a che fare con la gestione del Pnrr”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui