Iniziativa di preghiera alla Cappella d’Oro del santuario dell’Annunziata di Gaeta del CDAL


Locandina

Il giorno 8 dicembre 2019, attraverso una solenne concelebrazione, l’arcivescovo Luigi Vari ha aperto l’anno giubilare della SS. Annunziata, in occasione del 7° centenario della sua fondazione. Il complesso monumentale, nei secoli, è stato ospedale e rifugio per i poveri, gli orfani e i bisognosi; una vera opera di carità e spiritualità per la città di Gaeta. Tra le bellezze dell’Annunziata vi è la Cappella d’Oro, che nasce nel 1500 in un piccolo locale adiacente la sacrestia come ulteriore gioiello del culto mariano che celebra la vita di Gesù e di Maria attraverso i dipinti di Giovan Filippo Criscuolo e l’immagine dell’Immacolata Concezione, opera di Scipione Pulzone, datata 1582. In questa cappella papa Pio IX ha avuto una “apparizione dell’anima”, una illuminazione chiara e decisiva per la Chiesa e per l’umanità, che cioè Maria è nata immacolata. Questa illuminazione è stata così forte e chiara che nel 1854 la Chiesa ha promulgato il dogma dell’Immacolata Concezione. Pochi anni dopo, nel 1858, a Lourdes Maria è apparsa per confermarlo e sappiamo cosa sia diventata Lourdes per la Chiesa e la cristianità: un luogo di incontro con Maria e con la Sua grazia. Maria è Immacolata sin dal momento del suo concepimento e il suo Cuore immacolato ha amato tantissimo suo figlio, Gesù, generato nella Sua carne. Con la stessa intensità di amore con cui ha amato Gesù Bambino stringendolo fra le Sue braccia, Maria è capace di amore per noi. L’Amore che porta per Suo figlio “naturale” è proprio uguale a quello che ha per ciascuno di noi.  L’essere amati personalmente da Maria come lei ha amato Gesù suscita nel nostro cuore un sussulto di gioia e di gratitudine.  La devozione a Maria Immacolata, madre universale, madre dell’umanità potrebbe essere il frutto più bello di un anno giubilare dedicato a Lei.  È questo lo speciale contributo che può essere dato dai laici impegnati. Far conoscere l’amore di Maria, donna e laica, per ciascuno attraverso l’incontro che può avvenire nella cappella dell’Immacolata e attraverso il nostro impegno e testimonianza personale e comunitaria nella Chiesa. Una tale devozione è infatti l’espressione più autentica di una Chiesa in uscita, inclusiva, dialogante e sensibile alle povertà e alla conservazione del creato.  Da tutto questo nasce la proposta di animare dei momenti di preghiera presso la Cappella D’Oro, a turno, tra le varie aggregazioni laicali della nostra Diocesi, secondo la propria spiritualità, sensibilità e creatività, da tenersi nei giorni di mercoledì dalle 18 alle 19.30, all’interno di un programma di iniziative concordate con il rettore del Santuario, don Antonio Centola. Il momento di preghiera, aperto a tutti, diventa anche occasione per lucrare l’indulgenza plenaria prevista dall’anno giubilare, secondo le solite condizioni. Possa essere, questa proposta, occasione di rinascita nella preghiera per ogni aggregazione, così come l’Annunziata, con la cappella dell’Immacolata, lo è sempre stata per la città di Gaeta. Il primo appuntamento è mercoledì 19 febbraio alle ore 18.00, animato dal Movimento dei Focolari

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *