Mensa scolastica

E’ iniziata nei gorni scorsi  un’indagine sulla qualità dei pasti offerti con il servizio mensa. A spiegare la finalità dell’iniziativa è l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune Gianmarco Proietti: “Il lockdown non ha fermato il servizio mensa nelle scuole dell’infanzia, nella primaria a tempo pieno, nei centri diurni e nei centri anziani del Comune di Latina. Garantire la continuità è una decisione frutto di una chiara volontà politica, perché, nelle scuole, la mensa è un tempo didattico e di apprendimento da svolgersi insieme con i docenti, i giovani studenti e le loro famiglie. Come ogni attività didattica, deve essere continuamente migliorato e adattato alle differenti esigenze”. L’’indagine sul gradimento delle pietanze servite nella mensa scolastica è iniziata il 20 gennaio. La Dussmann Service, società affidataria del servizio di ristorazione scolastica, somministrerà i questionari di gradimento agli insegnanti e agli alunni della scuola primaria e i risultati dell’indagine serviranno appunto per migliorare il servizio. Ha detto ancora Proietti: “Una politica seria non si autocelebra e non dichiara di offrire i servizi migliori possibili: una politica seria deve offrire la possibilità, attraverso una partecipazione responsabile e un ascolto quotidiano, di migliorare ogni servizio per i cittadini. Partire dai più piccoli vuol dire impostare una politica che non escluda nessuno, che metta al centro chi non è stato mai ascoltato. Inoltre, la Dussmann per il periodo 23 gennaio 2021 – 22 gennaio 2022 preparerà i pasti destinati all’hospice San Marco e utilizzerà il centro di cottura di via Po. La Dussmann preparerà ogni giorno 15 pasti in monoporzione che l’Amministrazione offrirà gratuitamente ai senza fissa dimora, dal lunedì al sabato, dal 18 gennaio al 28 febbraio 2021 per un totale di 540 pasti che saranno consegnati al centro anziani nell’ambito del progetto emergenza freddo. L’azione del servizio è complessa e strutturata. La cura del benessere deve essere una ricerca continua. Per questo, dopo aver stabilito l’accordo con la Caritas Diocesana per la consegna dei pasti non utilizzati, nello spirito di ridurre gli sprechi, il Servizio Pubblica Istruzione e la società Dussmann Service hanno perfezionato una collaborazione per destinare quanto avanza dai pasti del giorno al canile comunale, così da dare un supporto concreto all’associazione di Latina Amici del cane, che gestisce la struttura di via Congiunte Destre. Dopo una prima consegna nello scorso anno scolastico, ora l’intenzione dell’Amministrazione di Latina è quella di fare diventare la collaborazione strutturale e fissa. Nella riunione del 19 gennaio, è stato messo a punto un protocollo tra la Dussmann Service e l’associazione Amici del caneche prevede l’inizio delle consegne già da lunedì prossimo, 25 gennaio. L’iniziativa servirà ad aiutare concretamente la struttura e i volontari che dedicano il loro tempo agli amici a quattro zampe.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui