Carabinieri

Una situazione veramente paradossale, sembrava di rivivere una scena di un film ma era tutto vero. Infatti il 5 gennaio a Latina , i Carabinieri del reparto operativo – nucleo investigativo stavano effettuando un servizio preventivo antidroga. Nel corso dei controlli i militari dell’Arma hanno intercettato lungo un tratto urbano della ss 156 Monti Lepini un’autovettura Land Rover, condotta dal proprietario successivamente identificato in D.L. 45enne di Frosinone, che verosimilmente si accingeva ad “operare” a Sezze.  L’uomo al termine di un breve inseguimento,  veniva successivamente fermato,  e all’ atto del  controllo, ingoiava un incarto cellophanato, contenente 2,5 grammi di cocaina, avventandosi contestualmente contro i militari che venivano colpiti con calci e pugni. Nel corso della colluttazione l’interessato accusava un lieve malore, verosimilmente riconducibile alla lacerazione dell’involucro, venendo accompagnato immediatamente presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina ove veniva visitato e successivamente dimesso su espressa volontà dell’interessato. I militari intervenuti, contestualmente visitati presso il medesimo nosocomio, a causa delle lesioni patite, venivano giudicati guaribili in tre giorni per trauma ed escoriazioni multiple agli arti inferiori e superiori. A conclusione degli accertamenti il 45enne veniva denunciato in stato di libertà in ordine ai reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui