Informazione riguardo l’attività di riciclaggio a Formia

Padiglione all'interno
Padiglione all’interno
Padiglione
Padiglione
Padiglione
Padiglione

Riciclaggio della carta: ci saranno tre giorni dedicati a questo argomento nello spazio di Piazza della Vittoria a Formia. Infatti  dal 10 al 13 novembre Piazza Vittoria ospiterà il “Palacomieco”, spazio ad ingresso libero destinato ad attività di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sui benefici connessi al riciclo della carta. La campagna di comunicazione, promossa dal Consorzio “Comieco”, specializzato in recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, dal 2005 ha coinvolto più di 180.000 persone in oltre 100 città italiane. Il tour è realizzato in collaborazione con Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Assocarta, Assografici ed è patrocinato da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ANCI, Fise Assoambiente, Fise Unire, Unirima e Utilitalia. Ha sostenuto Raphael Rossi, Amministratore unico della società comunale ‘Formia Rifiuti Zero’: “L’informazione e la sensibilizzazione sono il presupposto necessario per il conseguimento di risultati importanti sul fronte della raccolta differenziata. La città di Formia è stata scelta per ospitare il ‘Palacomieco’ grazie agli ottimi numeri raggiunti nel recupero della cellulosa”. Ha spiegato l’Assessore alla Sostenibilità Urbana Claudio Marciano: Dal 10 al 13 novembre Formia sarà allestito in Piazza Vittoria uno spazio ad ingresso libero di circa 150 metri quadri, dedicato a famiglie e scolaresche nel quale, attraverso postazioni interattive, ragazzi ed adulti potranno comprendere meglio cosa c’è dietro un imballaggio, i benefici di una raccolta differenziata corretta e di qualità, i risultati conseguiti nel proprio territorio e il processo industriale del riciclo della carta. Un evento di grande valore sotto il profilo dell’educazione ambientale. Formia ha da tempo imboccato la strada giusta. Nel mese di settembre la raccolta differenziata ha raggiunto il 72% e ancora tanto si può fare con il contributo di tutti”.  

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *