Indagati in dodici per commercializzare falso botulino

Carabinieri

Secondo l’agenzia AdnKronos, i Nas di Firenze hanno portato avanti una indagine che ha portato dodici persone ad essere indagate con l’accusa di aver prodotto e commercializzato falso botulino. Le confezioni dei medicinali contraffatti, a base di tossina botulinica di tipo A, un principio usato in medicina estetica, sarebbero state smerciate a medici ignari che le somministravano ai pazienti. L’indagine, condotta appunto dai Nas e coordinata dalla Procura di Firenze, vedrebbe tra gli indagati anche un commerciante di farmaci di Vinci, nel fiorentino. Nell’ambito dell’inchiesta sono state effettuate diverse perquisizioni, anche a Napoli, dove sarebbe stato prodotto il botulino non conforme. L’originale, infatti, viene commercializzato in Italia da un’unica azienda. Gli investigatori, inoltre, avrebbero rilevato anche un commercio non autorizzato di confezioni destinate alla Turchia.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *