Fabio Loreto

La parola d’ordine è la seguente: “Fare squadra per la crescita del territorio”, ed è quello che ha chiesto il vice presidente Confcommercio Lazio Sud con delega allo sviluppo delle province di Frosinone e Latina Fabio Loreto, nel pomeriggio del 18 gennaio nel corso dell’incontro che si è svolto in modalità videoconferenza, ai presidenti di Cassino Bruno Vacca, di Sant’Elia Fiumerapido Paride Gargano, ai vice presidenti di Cassino Maria Rocca, di Fipe Peppino Di Bello, di Fiva Silvio Risi, alla rappresentate degli Acconciatori Bellezza e Benessere Simona Di Ruzza, ai consiglieri della Confcommercio Lazio Sud Cassino Silvestro Golini Petrarcone ed Enrico Battista, ad Alessandro Pallucci. Presenti, anche, alcuni operatori della Valle di Comino Il nodo centrale della riunione, che fa seguito a quella organizzata alcune settimane fa dallo stesso Loreto a Frosinone, per discutere della crisi che ha colpito le diverse attività che insistono nell’area Nord della Provincia, è stato quello di aprire un confronto anche sulle questioni che attanagliano il territorio del cassinate. L’incontro è stato aperto dal vice presidente Fabio Loreto che ha portato i saluti del presidente Confcommercio Lazio e Lazio Sud e della Camera di Commercio unificata Giovanni Acampora, per poi entrare subito nel vivo delle questioni salienti da affrontare nell’immediato futuro per il rilancio del territorio. Loreto ha detto: “Dobbiamo ripartire dalle nostre risorse. Dalla Valle di Comino che rappresenta per tutta la nostra provincia una zona strategica dalle grandi potenzialità economiche e turistiche, per proseguire dalla risoluzione del problema legato all’asse Cassino-Formia con l’interessamento dei paesi interessati. Questo ci permetterà di sfruttare al meglio le risorse che provengono dal mare e dalla montagna. Infine dobbiamo iniziare a pensare a interagire con la Camera di Commercio, che deve rappresentare per noi uno strumento di lavoro fondamentale per il rilancio della Ciociaria. A questo aggiungerei le scuole. Attraverso i giovani abbiamo la possibilità di veicolare le nostre bellezze naturali con relativi progetti. Sono convinto che attraverso il lavoro di squadra possiamo raggiungere i risultati che la nostra terra sta aspettando da tempo”.  Il presidente Confcommercio Lazio Sud Cassino Bruno Vacca ha aggiunto: “Il futuro guarda sicuramente alla rete di imprese e al mercato di prossimità. In assenza di turismo, in questo momento ritengo necessario se non indispensabile rafforzare il legame con la popolazione. Dobbiamo ripartire da quello che siamo e che possiamo fare e dal senso di comunità anche tra le imprese. Ci doteremo anche noi degli strumenti per attingere ai fondi europei. Importante, in questa fase così delicata che sta attraversando il paese, sarà la costituzione della Confcommercio Lazio sud Val di Comino che, come anticipato dal vice presidente Loreto, rafforzerà tutto il territorio del cassinate, allargando la rete di condivisione e di promozione delle eccellenze enogastronomiche di questi meravigliosi territori”. Il vice presidente di Cassino Maria La Rocca ha posto l’attenzione sulla crisi che sta colpendo in maniera irreversibile i ristoranti e gli alberghi, mentre la rappresentante degli acconciatori Simona Di Ruzza ha parlato dell’emergenza del problema legato all’abusivismo “che va assolutamente denunciato alle autorità competenti. I numeri in questo anno segnato dal Covid-19, sono aumentati in maniera drammatica. Il settore dell’estetica e degli acconciatori è fortemente penalizzato, nonostante gli operatori lavorino nel rispetto delle regole del protocollo Covid”.Al termine dell’incontro, che è stato proficuo per le proposte che sono emerse, i presenti hanno convenuto sull’importanza del lavoro di squadra e si sono riaggiornati per un ulteriore confronto su progetti posti in essere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui