Incontro con il campione: Davide Tizzano al Liceo Alberti di Minturno

Il preside dell’Alberti Amato Polidoro
Banco relatori

Un incontro significativo quello che gli studenti del Liceo Scientifico “Alberti” di Minturno hanno avuto con un campione con la C maiuscola, ossia il campione olimpico di canottaggio Davide Tizzano che ha fatto visita agli studenti ed interagendo con loro nel corso dell’incontro, Ma prima della chiacchierata che il campione originario di Napoli ha tenuto, il dirigente scolastico dell’istituto Amato Polidori lo ha presentato. Un onore per la scola aver avuto come docente di eccezione un campione di tal fatta olimpica, che attualmente è direttore del Centro di Preparazione Olimpica del COMI di Formia. Un campione nel canottaggio, laureato in Scienze Motorie, e specializzato in marketing e gestione degli impianti. E’ originario di Napoli è stato campione olimpico a Seul nel 1988 con il quattro di coppia e poi si è riconfermato campione olimpico ad Atlanta nel 1994, campione del mondo junior nel 1986 nel singolo, più volte argento in competizioni mondiali ed europei, vincitore di 17 titoli nazionali e primo in tre edizioni della regata storica delle Repubbliche Marinare con l’equipaggio di Amalfi nel 1995, 1997 e 2003. E’ docente in master e in corsi di specializzazione per dirigenti ed organizzatori di eventi sportivi e gestione degli impianti, è abilitato all’insegnamento nel nuoto, nel canottaggio, nella canoa e nella vela. Collabora con il Ministero di Grazia e Giustizia per l’attuazione di progetti dei volontariato finalizzati alla pratica sportiva per la riabilitazione della devianza minorile, per cui oltre ad essere un grande campione è anche un grande uomo con dei principi molto forti anche perché nelle sue interviste quando si parla di risolvere il problema della delinquenza a Napoli, lui da uomo pratico quando, invece delle solite chiacchiere dei politici, lui la ricetta che dà è molto semplice, ossia per far riprendere questa città lui propone un piano semplice ed efficace, ossia solo lo sport può salvare altri giovani napoletani perché tanti talenti possono emergere perché attraverso il proprio impegno e la determinazione lo sport sicuramente è un veicolo di sviluppo, non solo per Napoli ma soprattutto per intera società. Nel 2015 è direttore del centro Coni di Formia, e da quel momento la sua vita è cambiata in quanto il Centro Coni di Formia è un centro dove si svolgono dei grandi eventi sportivi, perché al coni prima del suo arrivo non c’era nulla, si vivacchiava, non erano presenti neanche i fondi tanto che stava per chiudere. Ma questo non è successo, perché con la sua presenza Formia è diventato un centro dive si sono fatte tante realizzazioni, come il campo di beach volley, perché ci sono dei nuovi campi da tennis. Per gli alti meriti raggiunti nello sport ha avuto la medaglia di bronzo, la medaglia d’argento e la medaglia d’oro dal CONI come atleta, ha ricevuto dal Presidente della repubblica Italiana il collare d’oro al merito sportivo, è stato nominato atleta dell’anno nel 1996, infine la nomina a Governatore della Repubblica Italiana , vice presidente della Federazione Italiana. Un grande uomo ed un grande personaggio e un grande atleta e per capirne la statura attuale e quella passata basta vedere come ha trasformato il Centro Olimpico di Formia.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *