Latina Biz – Servizi Notizie Eventi Informazioni Economia,Latina Incontri dell’associazione degli ambulanti per rilanciare il settore

Incontri dell’associazione degli ambulanti per rilanciare il settore



Mercato

Ci saranno due appuntamenti organizzati dall’Associazione Nazionale Ambulanti- sezione provinciale di Latina, per approfondire il tema del rilancio  dei mercati del basso Lazio: un primo incontro giovedì 14 marzo a Fondi alle 16,30 presso la sala riunioni del Bar Le Cinema, il secondo lunedì 18 marzo a Latina alle 18 al Park Hotel.  L’appuntamento di Fondi è rivolto ai dirigenti locali e sarà utile per definire le iniziative da sviluppare di concerto con le amministrazioni comunali per rilanciare i mercati di Fondi, Formia, Gaeta e Terracina. L’incontro di Latina si rivolgerà invece direttamente agli ambulanti: “L’Ana dopo aver risolto definitivamente la questione della fuoriuscita definitiva degli ambulanti dalla Direttiva Bolkestein, sente su di sé la grande responsabilità di promuovere politiche di sviluppo e di rilancio complessivo dei mercati. Quelli del Basso Lazio, in particolare di Fondi, Terracina, Gaeta e Latina, sono tra le realtà più significative della regione poiché coinvolgono complessivamente circa 1.000 ambulanti che commerciano ogni genere merceologico, dalle calzature all’abbigliamento, dall’alimentare ai prodotti ittici, dai profumi alle piante, alla biancheria per la casa agli indumenti usati. Tuttavia ogni mercato sta vivendo una propria, specifica problematica”. L’incontro di Fondi servirà proprio per definire le proposte che saranno condivise dagli ambulanti e sottoposte alla attenzione delle amministrazioni: “Analogamente per il  mercato di Latina l’Ana piuttosto che dare un parere a scatola chiusa alle proposte di riorganizzazione recentemente avanzate dall’amministrazione comunale, ha deciso di chiamare a raccolta gli ambulanti per un confronto aperto e per condividere con loro una ipotesi che dia certezze di lavoro a tutti senza stravolgimenti dell’attuale disposizione dei vari settori”.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *