Sigarette

C’è stato un incidente d’auto domenica 17 gennaio ad Ardea, dove il conducente ha abbandonato l’auto dove all’interno dei sacchi c’erano diverse confezioni di sigarette, sigari e tabacco oltre ad altro materiale. L’incidente è avvenuto tra due veicoli in via Nazareno Strampelli, poco dopo la rampa di via Pontina. Scattato l’allarme sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia locale. Dopo aver visto avvicinarsi gli agenti della municipale, uno dei due conducenti coinvolti nell’inicdente, senza rilasciare alla controparte alcun documento o dichiarazione, è fuggito per i vicini campi. Gli agenti hanno cercato di inseguire l’uomo che però è riuscito a far perdere le proprie tracce tra i ruderi ed il verde della zona. Le ricerche del fuggitivo sono andate avanti anche con l’ausilio di un’altra pattuglia mentre il personale intervenuto per i rilievi ha notato all’interno della vettura dei sacchi inizialmente ritenuti contenere merce di soggetti dediti al commercio ambulante. Da un attento controllo è invece emerso che contenevano confezioni di sigarette, sigari e tabacco oltre ad altro materiale della stessa tipologia. L’auto ad ulteriori accertamenti è risultata anche priva di copertura assicurativa ed è stata sequestrata dagli uomini della polizia locale coordinati dal comandate Sergio Ierace, insieme anche all’ingente materiale che ha dichiarato: “Le indagini sono in corso ed andranno in tutte le direzioni, non si esclude che le sigarette rinvenute siano oggetto di contrabbando, così come potrebbe essere anche il bottino del furto in una tabaccheria. Le tracce lasciate dal fuggitivo sono ora al vaglio ma vi sono diversi elementi che ci fanno pensare ad un traffico non isolato presente sul territorio. Nei prossimi giorni verranno ascoltate negli uffici di via Laurentina alcune persone a vario titolo coinvolte nella vicenda.” Il quantitativo di sigarette, sigari e tabacchi avrebbe prodotto sul mercato un profitto di oltre 15.000 euro. Il sequestro con tutte le attività espletate dalla polizia locale di Ardea sono ora al vaglio della Procura della Repubblica di Velletri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui