[IlBigotto] – Se la Chiesa si adeguasse

IlBigotto

IlBigotto

Se la Chiesa cattolica si “adeguasse” ai tempi frenerebbe la perdita di fedeli?” [documentazione.info] Questa non è una domanda che una persona di buona volontà, intellettualmente onesta, si potrebbe fare. Non lo può fare perché altrimenti il plotone di esecuzione dei benpensanti, dei progressisti di ogni sorta e risma, sarebbe subito pronto a colpire contro il retrogrado ottuso che si pone determinati interrogativi. Eppure c’è chi, dati alla mano, ha analizzato la questione. Senza farne una valutazione positiva o negativa; perché chi – tra i cristiani – si è adeguato al mondo moderno c’è e i risultati in termini numerici sono chiari. I dati raccolti dal sito documentazione.info riguardano Germania, Svizzera, Olanda, Scandinavia, Gran Bretagna e i risultati sono impietosi: “I cristiani stanno diminuendo in tutta Europa. Un po’ per il mancato ricambio generazionale, un po’ per l’implosione demografica. Eppure in questo calo le varie confessioni vanno a due velocità. Se per i cattolici il calo è costante da 40 anni ma abbastanza lieve per i protestanti nelle ultime tre decadi si è trattato di un tracollo. Paradossalmente in alcuni stati tradizionalmente protestanti i cattolici sono diventanti la nuova maggioranza dei fedeli.” Due considerazioni, entrambe probabilmente ovvie. La prima, in ordine alla fede, la seconda in ordine alla logica. La prima: la dottrina, la verità, non si adegua: pena il divenire qualcosa di diverso da quello che si è, ergo tradire, apostatare. La seconda: anche i numeri danno ragione. La Chiesa cattolica conosce una crisi aggravata, anche se costante, negli ultimi quarant’anni (la tempistica dice niente? Eppure ‘adeguamento’ è il dogma degli ultimi quarant’anni); chi si è adeguato del tutto ne conosce una ancora più profonda. Serve dire altro? No. Le cose sono talmente ovvie ed evidenti che solo una mentalità sinistra e progressista può essere così ottusa da negare l’evidenza e avere la capacità (onore al merito) di rigirare la realtà a proprio favore.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *