[IlBigotto] – I lontani? Mai quanto i vicini

IlBigotto

IlBigotto

L’attenzione (propaganda) per i lontani nasconde un disinteresse per i vicini e la presunzione che essi siano autosufficienti. Questa un po’ in sintesi una delle gravi ipocrisie di questo nostro contemporaneo mondo. Un mondo così bizzarro che si ostina in tante ottuse ideologie e perde il senso della realtà. Una realtà che richiede la prossimità tra le persone e non la virtualità tra esse oggi tanto in voga. Eppure quello che accade è proprio l’esatto contrario: ci si appassiona più per i lontani che per i vicini. E non c’è da stupirsi, la virtualità è un figlio legittimo di questa ideologia, così come l’odio profondo per l’umanità intesa nella sua dimensione più peculiare: la carne, la fisicità, la corporeità. Non stupisce, quindi, l’odio feroce contro la religione che crede in un Dio fatto uomo. Nello specifico, poi, non ci si rende conto (ormai più per incapacità che per mancanza di volontà) che le persone realmente lontane sono proprio quelle a noi vicine di cui ignoriamo l’esistenza. La propaganda, perché di questo si tratta, contro i lontani nasconde un’impotenza spaventosa degli esseri umani di prendersi cura dei propri simili, dando per scontato che i vicini siano autosufficienti e non bisognosi di un aiuto almeno tanto quanto i lontani. Le persone necessitano di aiuto e supporto costante, non solo per avvicinarli a qualcosa, ma anche per mantenerli in essa. Non stupisce quindi la frenesia che ci porta ad aderire in maniera entusiasta ad ogni iniziativa, purchè attraente, per poi abbandonarla con la stessa velocità con la quale la si è accettata. Parallelamente non deve stupire che crolla miseramente la qualità del convincimento ad una determinata idea, associazione, religione o quant’altro. Se il fondamento è l’entusiasmo iniziale dopo il quale si viene miseramente abbandonati di conseguenza, seppur a torto, si abbandona il convincimento preso. Gli uomini hanno bisogno di costante presenza di qualcuno che gli indichi la via, ma non perché schiavi di chi strilla più forte, ma perché coscienti della propria limitatezza e mediocrità, che si allarga, anche se poco, solo se accompagnata. Le ideologie estremizzano e si concentrano o solo sui lontani o solo sui vicini. Chi ama davvero l’uomo e ha a cuore la sua vita su questa terra lo convince se lontano (almeno ci prova) e ci vive quando gli è vicino.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *