IlBigottoUno degli slogan ripetuto come un mantra dai cosiddetti progressisti cattolici è quello de “Dio al centro, Dio è più importante”. Se poi si prova a seguire questo diocentrismo progressista si scopre (ma probabilmente non è una scoperta, ma l’ennesima conferma) che è soltanto un (abile) gioco linguistico, una coperta sempre troppo corta, per coprire la realtà dei fatti e di quello che realmente credono questi personaggi con la presunzione di spacciare il loro pensiero come cattolico. Se infatti si prova, con una grande dose di pazienza, a seguire i loro riti, ci si accorge come non siano in grado di abbozzare una liturgia (o sedicente tale), senza un microfono, senza permettere di vedere ciò che accade, senza intervenire con logorroiche, inutili e ripetitive parole che dovrebbero spiegare quello che si sta facendo, perché il semplice farlo – altrimenti non si spiegherebbe il bisogno di spiegarlo – è incomprensibile, ridicolo e assurdo. Eppure si vantano di essersi emancipati da tante storture e gabbie ideologiche che gli altrettanto sedicenti tradizionalisti (che il più delle volte sono semplici cattolici) avrebbero avuto da sempre o acquisito nel corso dei secoli (eloquenti in questo senso sono le parentesi che un tale molto noto nella cattolicità ha messo alla storia della Chiesa rea, a suo dire, di essersi appesantita con inutili orpelli liturgici che lui – il sommo! – avrebbe tolto restituendo l’originale splendore). Il problema, anche qui, è prima ancora linguistico: si comunica con parole che hanno un senso, ma che di quel senso sono state private e gli è stato affibbiato un altro, più comodo a soddisfare i bisogni della causa progressista che altro non è che quella di dissolvere l’identità cattolica. Ognuno poi, legittimamente, combatte la battaglia che meglio crede. Rimane il discorso della coerenza. Se davvero fosse Dio al centro dei loro riti non avrebbero bisogno di porvi le loro invenzioni. È molto semplice: sono disposti a rinunciare a tutto tranne che a quello che si sono inventati loro. Forse che Dio prima delle loro invenzioni non era al centro ed era rimasto in periferia? A dar loro retta si dovrebbe rispondere di sì.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui