Locandina

Arriva la XXVII edizione il Ventotene Film Festival, ideato e diretto da Loredana Commonara, che porta nella splendida isola pontina il cinema italiano e internazionale e ospiti di altissimo livello. Dal 23 luglio al 1 agosto Ventotene ospiterà ben 50 proiezioni, due concorsi internazionali, un omaggio alla compianta Monica Vitti, e un premio dedicato esclusivamente ai giovani talenti italiani, Open Frontiers Young, il tutto all’insegna della sostenibilità ambientale, dell’inclusività e della valorizzazione del lavoro delle donne che scrivono, producono e dirigono nel cinema italiano.

La manifestazione prevede un fitto calendario di eventi, tra cui 50 proiezioni della migliore produzione italiana e internazionale distribuite in 2 fasce orarie, alle 21.00 e alle 22.00 e in due diverse location: presso la Piazzetta Europa e all’interno del suggestivo giardino del Museo Archeologico.

Tra le novità di quest’anno: il concorso presenterà una sezione dedicata ai documentari ucraini che saranno presentati in anteprima internazionale Paradox di Dmitriy Alexandrovich Masibroda e, in anteprima italiana, i lavori Mhohaya Lita. Stoyko e Strong In Spirit, entrambi per la regia di Vyacheslav (Slavik) Bihun.

Tra gli eventi più attesi di questa edizione, il 26 luglio il Festival ospiterà la cantante Tosca in un evento che vedrà l’artista introdurre la proiezione del documentario Il suono della voce, il racconto, per la regia di Emanuela Giordano, che racconta tre anni di tournée internazionale, premiato con il Nastro d’Argento Doc 2020. A seguire, la cantante si esibirà in uno speciale live in trio acustico accompagnata da Giovanna Famulari al Violoncello e Massimo De Lorenzi alla chitarra.

Il 27 e il 28 luglio il Ventotene Film Festival omaggerà l’indimenticabile Monica Vitti. Oltre alla proiezione del capolavoro di Ettore Scola, Dramma della Gelosia (tutti i particolari in cronaca), il regista e attore Michele Placido la ricorderà in un appuntamento incentrato sul documentario di Fabrizio Corallo Vitti d’arte, Vitti d’amore. In questa stessa occasione, la giornalista e scrittrice cinematografica Laura Delli Colli presenterà il suo nuovo libro Monica Vitti. Vita di una donna irripetibile, cui seguirà la proiezione di L’avventura di Michelangelo Antonioni, film ispirato a una storia realmente accaduta a Monica Vitti e al Maestro Antonioni proprio durante una vacanza a Ventotene.

Tornano i premi ormai consueti del Ventotene Film Festival: il concorso internazionale Open Frontiers, una selezione di film e documentari provenienti da tutto il mondo, incentrati sui temi dell’Europa, della legalità, della cittadinanza attiva e dell’integrazione razziale; Green Path altro concorso internazionale, per film dedicati a ecologia, salvaguardia dell’ecosistema e del pianeta e Open Frontiers Young è, invece, il concorso coordinato dal professore Luigi Mantuano, dedicato ai cortometraggi interamente realizzati da studenti italiani (dall’ideazione al soggetto, dalla recitazione alla produzione). A valutare i finalisti dei concorsi, tre giurie d’eccellenza presiedute, rispettivamente, dal giornalista e autore televisivo Gustav Hofer, dal documentarista e giornalista Davide Demichelis e dal giovane regista Simone Bozzelli. Nella serata in memoria di Monica Vitti, Michele Placido che interverrà per ricordarla, ritirerà inoltre il Premio Vento d’Europa – Wind of Europe International Award, sotto l’Alto Patronato del Parlamento Europeo. Il prestigioso riconoscimento, istituito nel 2011 in occasione dei 70 anni dalla nascita “Manifesto di Ventotene”, negli anni è stato consegnato nell’ambito dei più prestigiosi Festival internazionali ai principali protagonisti del panorama cinematografico mondiale. Lo stesso riconoscimento verrà assegnato anche a Massimo Cantini Parrini, protagonista di uno degli appuntamenti più attesi di questa XXVI edizione. Il pluripremiato costumista, candidato agli Oscar 2022 per il film Cyrano di Joe Wright, il 29 luglio accompagnerà la regista Susanna Nicchiarelli in uno speciale approfondimento su Miss Marx, Film dell’anno ai Nastri d’Argenti 75.  Tutti gli incontri saranno moderati dalla giornalista e critico cinematografico Claudia Catalli.

Ecco il programma:

Sabato 23 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Proiezione del cortometraggio Dietro la porta la trasposizione cinematografica del racconto autobiografico Era mio padre della scrittrice pontina Claudia Saba, diretta da Walter Croce.
Presenti il regista e l’autrice, l’incontro sarà moderato dal professor Paolo Cutolo.

Domenica 24 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Proiezione La notte più lunga dell’anno, alla presenza del regista

Lunedì 25 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello    
Incontro con la regista Maria Iovine, che introdurrà il docufilm Corpo a corpo

Martedì 26 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Serata dedicata alla cantante Tosca
proiezione del documentario Il suono della voce, il racconto
Concerto della cantante accompagnata da Giovanna Famulari al Violoncello e Massimo De Lorenzi alla chitarra.

Mercoledì 27 luglio
Ore 21:00 – Piazzetta Europa
Omaggio a Monica Vitti
proiezione Dramma della Gelosia (tutti i particolari in cronaca) di Ettore Scola

Giovedì 28 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Michele Placido ricorda Monica Vitti
Proiezione del documentario di Fabrizio Corallo Vitti d’arte, Vitti d’amore
 Consegna del Premio Vento d’Europa – Wind of Europe International Award a Michele Placido
Presentazione del libro Monica Vitti. Vita di una donna irripetibile di Laura Delli Colli
proiezione de L’avventura di Michelangelo Antonioni

Venerdì 29 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Incontro con Massimo Cantini Parrini, pluripremiato costumista
Consegna del  Premio Vento d’Europa – Wind of Europe International Award e approfondimento su Miss Marx alla presenta della regista Susanna Nicchiarelli

Sabato 30 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Masterclass internazionale della regista macedone TEONA STRUGAR MITEVSKA

Domenica 31 luglio
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
serata dedicata alla storia di Ventotene e Santo Stefano
alla presenza del documentarista Salvatore Braca che in conversazione con Letizia Trento, introdurrà i suoi due ultimi lavori, fra cui Le ragazze del molo, un racconto della vita delle donne sulla piccola isola.

Lunedì 1 agosto
Ore 21:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Premiazione del concorso Open Frontiers Young alla presenza dei
vincitori, del presidente di giuria Simone Bozzelli e del curatore prof. Luigi Mantuano.
Seguirà la proiezione del corto vincitore.
Ore 22:00 – Giardino archeologico, Piazza Castello
Incontro: L’altro sguardo. L’Europa, i conflitti, la pace
Interverranno Silvia Costa (Commissaria straordinaria del Governo per il recupero e la valorizzazione dell’ex Carcere borbonico dell’isola di S. Stefano – Ventotene – David Sassoli), Andrea Monda (direttore de L’Osservatore Romano), Claudio Di Berardino (Assessore Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola, Politiche per la ricostruzione, personale), Massimo D’Orzi (regista), a cui si aggiungeranno voci e testimonianze di donne, coordinati dal professore Luigi Mantuano. L’incontro è parte del progetto FAMI 2014 – 2020 – Prima il lavoro – Regione Lazio – Direzione Lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui