Altomare e Cardillo Cupo

I giudici hanno deciso che Nathan Altomare rimane agli arresti domiciliari. Il fisioterapista arrestato il 16 settembre scorso insieme ad altre 10 persone dagli investigatori della squadra mobile di Latina nell’ambito dell’operatore “Dirty Glass”. Il 49enne è accusatodi sequestro di persona in concorso con Luigi De Gregoris, Thomas Iannotta e Pio Taiani nell’ambito  della vicenda della falsa tangente ad un sedicente funzionario regionale per l’assegnazione pilotata di un appalto pubblico, per aver partecipato al pestaggio e al sequestro di due persone e di turbativa d’asta per la vendita di due immobili a Sonnino. Il Tribunale del Riesame di Roma ha sostituito la misura della custodia cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari ai quali peraltro Altomare si trova già su disposizione del giudice per le indagini preliminari di Roma Antonella Minunni. Nei giorni scorsi lo stesso Riesame aveva respinto la richiesta di annullamento o riforma dell’ordinanza cautelare presentata dai legali di Luciano Iannotta, Alessandro Sessa e Michele Carfora Lettieri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui