Locandina

“Scrivere un libro non è mai semplice, bisogna leggerne almeno 10 prima di poter scrivere due o tre righe.” Sono le parole del redattore di Latina.biz e di Blasting.com Pietro Zangrillo, oltre che valente fotografo di professione, che si è lanciato nel 2017 in una avventura che sta adesso raccogliendo i frutti: infatti parteciperà sabato 25 settembre al tour letterario nazionale “Ascolta il mio libro parlare”, nella liberia Feltrinelli di Corso Vittorio Emanuele a Salerno. Una vetrina nazionale importante per un autore che solo da qualche anno si è affacciato alla vera arte della scrittura, in un panorama letterario dove si scrive molto ma si legge poco. Il senso di questo tour è far riscoprire il vero senso della lettura, e nel caso di Pietro Zangrillo la vera scoperta della poesia, fatta per il popolo che non sempre ha gli strumenti capaci per poter comprendere la nobile arte poetica. La conduttrice nazionale di questa kermesse letteraria itinerante, Nancy Mastia, in un post su Facebook, ha spiegato quale è il senso che l’ha spinta a fare questa iniziativa:” La prima tappa del mio tour letterario “Ascolto il mio libro parlare”, incontri/premio letterario in memoria di mio fratello Antonio. Avrete modo voi miei followers di votare da casa il libro più interessante coadiuvati da una giuria d’eccezione che altrettanto voterà da casa composta da Silvana Giuliano mamma di Antonio e mia naturalmente, da Stefano Jurgens autore televisivo e da Luca Bertoni insegnante new finance presso l’Università la Sapienza di Roma. Il libro che riceverà più consensi avrà in regalo 300 euro offerti dall’associazione Prima Fila associazione che rappresento e che pone gli ultimi in prima fila,una targa ricordo.” E lo stesso Pietro Zangrillo ha affermato: “Sono onorato di poter partecipare a questo incontro. Io che faccio parte dell’Equipe della Pastorale della Salute dell’Arcidiocesi di Gaeta e che con la malattia ha un confronto continuo, poter parlare di mare e di persone che con il mare è a stretto contatto, come è il tema dominante del libro “Gente di mare” ha anche uno scopo benefico.” Anche Irene Sparagna, la vulcanica editrice che ha fondato la “Stravagario edizioni” e che ha fondato in memoria di suo padre Gennaro il premio letterario internazionale “Memorial Gennaro Sparagna”, una volta appresa la notizia che un suo autore partecipa a un così prestigioso premio letterario (attualmente Irene Sparagna è impegnata come candidata per le elezioni amministrative d’autunno a sostegno del sindaco Pino D’Amici), esprimendo la sua massima soddisfazione. E Pietro Zangrillo, d’altra parte, si sente “onorato di poter rappresentare Formia e l’intera provincia di Latina a questo concorso.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui