Latina Biz – Servizi Notizie Eventi Informazioni Latina,Politica Il sostegno alla partecipazione delle start up: il bando – obiettivi e caratteristiche

Il sostegno alla partecipazione delle start up: il bando – obiettivi e caratteristiche



Logo

Sempre per quanto riguarda il bando di Lazio Innova, fatto conoscere dal consigliere regionale Orlando Angelo Tripodi, in questa fase vengono messi in evidenza gli obiettivi e le caratteristiche:

1.􀀃 Obiettivi e caratteristiche

1.􀀃 L’obiettivo dell’Invito è offrire alle piccole medie imprese1 ( Le PMI sono definite dall’allegato 1 del Reg. (UE) 651/2014. Fermo restando i maggiori dettagli ivi previsti e le istruzioni per la redazione della apposita dichiarazione di cui all’allegato 2, sono PMI quelle che hanno meno di 250 occupati, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro.) (di seguito “PMI”) che operano nel Lazio e in particolare a quelle che sono “Startup”2 (Per Startup s’intendono PMI che, anche ai sensi dell’art., 22 del reg. (UE) 651/2014, abbiano realizzato la loro prima vendita commerciale da meno di cinque anni.), la possibilità di partecipare ad un programma intensivo di trasferimento di tecnologie AI sostenendo un costo inferiore rispetto al prezzo di mercato praticato da PI School (15.000 Euro esclusa IVA), grazie all’intervento di Lazio Innova e quindi della Regione Lazio.

2.􀀃 Il programma ha una durata di 8 settimane durante il quale ricercatori, ingegneri e partner (inseguito i “Mentor”) specializzati nello sviluppare soluzioni tecnologiche basate sull’AI e sfruttare il loro potenziale in termini di business, svilupperanno i progetti presentati dalle PMI e dalle Startup del Lazio ritenuti più promettenti in fase di ammissione al programma. Il programma ha l’obiettivo di realizzare un proof of concept di una soluzione innovativa basata sull’AI per ognuno dei progetti ammessi, che consenta di rendere lo specifico prodotto o servizio maggiormente appetibile e scalabile sul mercato (in seguito “Programma TT AI” o anche solo “Programma”). Al Programma, oltre ai Mentor selezionati da PI School a suo insindacabile giudizio tra le migliori e più appropriate professionalità presenti sul mercato europeo e mondiale, potranno essere ammesse anche professionalità eventualmente segnalate dalla PMI proponente, a condizione che posseggano le competenze tecnico-scientifiche di base richieste dal programma. Maggiori dettagli sul Programma sono contenuti all’interno del sito web di PI-School (https://picampusschool.com).

3.􀀃 Gli output di qualsiasi natura che costituiscono i risultati del Programma TT AI agevolato, saranno di proprietà intellettuale della PMI proponente il progetto.

4.􀀃 Possono partecipare al Programma cinque PMI che saranno associate allo Spazio Attivo di Lazio Innova presente nel territorio di riferimento. Le cinque PMI saranno selezionate in base ai criteri e alle modalità di valutazione stabiliti nel successivo articolo 3 e seguendo la classifica di merito dei progetti; a parziale deroga dell’ordine dato dalla classifica di merito, saranno comunque selezionate almeno due Startup ove abbiano presentato progetti meritevoli.

5.􀀃 Il contributo di Lazio Innova è pari a 7.500 Euro per ciascuna PMI (concesso ai sensi dell’art. 18del Reg.(UE) 615/20143) che si incrementa a 8.500 Euro solo per le due Startup con i progetti più meritevoli (concesso ai sensi dell’art. 18 del Reg.(UE) 615/2014).

6.􀀃 Il contributo sul prezzo normalmente praticato da PI School (15.000 Euro di imponibile), sarà erogato da Lazio Innova direttamente a PI School in base ad apposito mandato rilasciato dalla PMI partecipante in conformità al modello B1 o B2 in allegato 2, dopo che la PMI medesima avrà pagato quanto rimasto a suo carico, inclusa l’IVA sull’intero imponibile, e avrà inoltrato a Lazio Innova, anche per il tramite di Pi School, apposita dichiarazione di conformità del servizio reso.

7.􀀃 La concessione è subordinata alla verifica del possesso dei requisiti generali per ottenere un aiuto di Stato dalla Regione Lazio, come dettagliati nella Domanda di cui all’allegato 2 (modello A), e di quelli specifici), come dettagliati nei modelli B1 o B2 e, per le Startup, C del medesimo allegato e nelle istruzioni per una corretta compilazione ivi riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *