Beniamino Maschietto

ll sindaco di Fondi Beniamino Maschietto ha incontrato i dirigenti scolastici per fare il punto sui contagi fra gli studenti e i docenti e sui possibili assembramenti negli orari di ingresso e uscita dalle scuole. Presenti all’incontro Annarita Del Sole, dirigente dell’istituto comprensivo Amante; Adriana Izzo, dirigente dell’istituto Aspri; Nicolina Bova, dirigente del Don Milani; Daniela Patrizio, dirigente dell’istituto comprensivo Garibaldi; Gina Antonetti, dell’I.T.I. Pacinotti; Rosalba Bianchi, dirigente dell’I.I.S. Gobetti-De Libero. Un confronto al termine del quale il primo cittadino e i dirigenti sono arrivati alla conclusione che, alla luce dell’attuale quadro epidemiologico e del numero esiguo di positivi in rapporto alla popolazione studentesca, non ci siano le condizioni per una ordinanza di chiusure delle scuole. Gli istituti della città di Fondi restano aperti e, in caso di positività tra docenti o alunni, le classi coinvolte saranno messe in isolamento come prevede il protocollo della Asl passando alla modalità di didattica a distanza. Ha rassicurato Maschietto: “Sto monitorando quotidianamente e incessantemente il quadro epidemiologico della nostra città a fronte di una crescita dei contagi costante, stiamo registrando, fortunatamente, un incremento altrettanto rilevante di guarigioni. Tra cittadini che escono dall’isolamento e cittadini che risultano positivi al test molecolare abbiamo, sostanzialmente, una situazione di stabilità. Qualora dovessero venire meno le condizioni di sicurezza o i contagi nelle scuole dovessero crescere a dismisura, non esiterò a prendere provvedimenti che valuterò caso per caso. Sono ben consapevole di quanto sia difficile il momento storico che tutti noi stiamo vivendo ma, ascoltati i dirigenti scolastici, sento di poter tranquillizzare tutti con l’auspicio che ogni situazione di potenziale rischio riscontrata da studenti, genitori o docenti venga comunicata al proprio istituto con la massima celerità e trasparenza in un’ottica di collaborazione, solidarietà e aiuto reciproco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui