San Domenico de Guzman

Nato nel 1170 a Caleruega (Spagna), si distinse fin da giovane per carità e povertà. All’insorgere dell’eresia albigese si dedicò alla predicazione evangelica e alla difesa della fede nel sud della Francia. Era convinto che bisognava dare l’esempio e vivere in umiltà e povertà come gli albigesi e pian piano maturò anche l’idea di un Ordine religioso. Inizio con l’istituzione di una comunità femminile, poi, quando riuscì a riunire un certo numero di uomini che condividevano i suoi stessi ideali, fondò a Tolosa (1215) l’Ordine dei Frati Predicatori (Domenicani). Ebbe una profonda conoscenza sapienziale del mistero di Dio e promosse la preghiera del santo Rosario. Socievole ed affabile con tutti, testimoniò l’amore di Dio e la sua misericordia dinanzi ai fratelli con grande zelo. Fu animato da una profonda e tenerissima devozione verso Maria. Ogni volta che parlava, lo faceva per parlare con dio nella preghiera o per parlare di Dio. Questa fu la norma che seguì e questa pure raccomandò ai fratelli. Morì il 6 agosto del 1221 a Bologna, dove è sepolta, in una cella non sua. Ai suoi raccomandò: “Abbiate la carità, conservate l’umiltà, accumulatevi i tesori della santa povertà.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui