Santa Flavia Domitilla

 Questa donna cristiana, vissuta tra il I°  e il II°secolo dopo Cristo era di famiglia nobile , Flavia Domitilla è nipote di Vespasiano e moglie del console romano Flavio Clemente, al quale dà sette figli. Convertita al cristianesimo, viene perciò accusata di “ateismo”, secondo l’uso dell’epoca, e deportata sull’isola di Ponza dove subirà un lungo martirio. ecco che dice di lei il Martirologio Romano: “A Terracina, nella Campania, il natale della beata Flàvia Domitilla. Vergine e Martire, la quale, essendo figlia di santa Plautilla, sorella del santo Martire Flavio Clemènte Console, ed essendo stata consacrata col sacro velo dal Pontefice san Clemènte, da prima, nella persecuzione di Domiziàno, per la testimonianza di Cristo, con moltissimi altri deportata in esilio nell’isola Ponza, ivi sopportò un lungo martirio. Finalmente, condotta a Terracina, avendo colla dottrina e coi miracoli convertito moltissimi alla fede di Cristo, per ordine del Giudice appiccato il fuoco alla camera, nella quale abitava insieme colle sue Vergini Eufròsina e Teodòra, if nì il corso del glorioso martirio. La stessa Domitilla però, insieme coi santi Martiri Nèreo, Achilleo e Pancràzio, viene festeggiata il dodici di questo mese.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui