Beata Maria Romero Meneses

Maria Romero Meneses nasce a Granada di Nicaragua il 13 gennaio del 1902 da una famiglia agiata , ma sensibile alle necessità dei poveri. I genitori la iniziano alla formazione artistica e lei rivela un grande talento nella pittura e nella musica. A 12 anni, attraverso le Figlie di Maria Ausiliatrice, conosce don Bosco e riconosce, nel suo carisma, la propria anima e il proprio desiderio di dedicarsi alle opere di Dio. Entra tra le Figlie di Maria Ausiliatrice e inizia un’ attività apostolica straordinaria. Nel 1931 è inviata in Costa Rica dove educa le giovani che, a loro volta, diventano “missionarie” (“missioneritas”, le chiama suor Maria) tra i bambini soli e le famiglie indigenti. La fede nella provvidenza di suor Maria conquista molti imprenditori, che la aiutano nei suoi progetti a favore dei poveri; visite mediche gratuite, corsi professionali, percorsi di catechesi e di scolarizzazione. Nessuna difficoltà la ferma, nessuna stancgezza fa vacillare il suo passo. La pèovertà dei fratelli richiama continuamente ilò suo cuore e lei risponde prontamente. Riesce a far costruire vere casette per i senza tetto che si riparano sotto i ponti della periferia; nascono le ciudadelas de Maria Auxiliadora, un’ opera che continua tuttora per l’interessamento dei suoi collaboratori attraverso l’Associazione laica di Asayne (Asociacion Ayuda a las Necesitados). Nonostante le sue giornate siano ricche di impegni, trova sempre il tempo per incontrare le persone che cercano conforto e consiglio. Trascorre lunghe ore in preghiera per nutrire la sua anima e ritrovare quella forza che la fa lottare per i suoi poveri. Il suo non è un fare sterile, ma constantem,ente sostenuto dall’amore per Gesù, suo sposo, e pèer sua Madre Maria. Gioisce profondamente quando i poveri ritrovano una dignità e possono accostarsi con serenità al Vangelo e ai suoi valori. I bambini, i poveri, i sofferenti trovano in Cristo, Verbo del Padre, la perla preziosa per dare senso e compimento alla vita. Tutte le fatiche, le lacrime, gli ostacoli affrontati valgono il sorriso di un povero che ha trovato la fede, la gioia, la speranza. Come l’Apostolo delle genti, anche suor Maria si fa tutta a tutti, dimenticando se stessa, per guadagnare sempre nuovi amici al Signore Gesù. Il suo apostolato instancabile continua fino all’ultimo giorno: il 7 luglio del 1977 torna alla Casa del Padre. Ha lasciato dietro di sé il soave profumo di Cristo e un numero considerevole di opere che continuano a vivere e a moltiplicarsi grazie alla dedizione dei suoi collaboratori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui