San Francesco Spinelli

Francesco Spinelli nacque a Milano in una famiglia cristiana il 14 aprile del 1853. Studiò al seminario di Bergamo e ricevette il sacerdozio nel 1875. Fu nominato vicario del prozio nella parrocchia di Sant’Alessandro in Colonna a Bergamo, e unì a questo incarico quello di professore al liceo Sant’Alessandro, e del seminario della città dove fu accreditato come un predicatore zelante. Insieme a santa Gertrude Comensoli, iniziò la Congregazione dell’Istituto delle Suore del Santissimo Sacramento (1882). Il lavoro fiorì, ma sorsero tali difficoltà che il vescovo chiese a Francesco di staccarsene e di lasciare la diocesi. Tutti i beni immobili di sua proprietà furono sequestrati a causa dell’abuso che altri fecero della sua onestà e buona fede.
Dopo aver obbedito, si recò in una casa delle sue suore a Cremona, che non erano d’accordo con quanto accaduto a Bergamo, così andarono dal vescovo di Cremona, che dopo aver appreso la verità su quanto accaduto e aver apprezzato molto Francesco, ordinò al religioso di Rivolta d’Adda, Cremona, dove si trovava, di lasciare la Congregazione e formare sotto la direzione di Francesco una nuova congregazione sotto la sua autorità episcopale, che prese il nome di Religiose Adoratrici del Santissimo Sacramento. Francesco dedicò il meglio di sé alla promozione dello spirito religioso nelle sue figlie spirituali e al consolidamento di lei nel suo duplice ruolo di adorazione dell’Eucaristia e di cura dei poveri. Morì a Rivolta d´Adda il 6 febbraio del 1913. È stato beatificato da Giovanni Paolo II il 21 giugno 1992 e canonizzato il 14 ottobre 2018 da papa Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui