Beato Edoardo Giuseppe Rosaz

Edoardo Giuseppe Rosaz nacque a Susa il 15 Febbraio 1830. A 24 anni fu ordinato Sacerdote. A 26 anni raccolse le prime ragazze abbandonate di Susa nella casa del Ritiro. A 45 anni ricevette i voti delle prime Suore Terziarie, da lui fondate per assistere i poveri A 48 anni fu consacrato Vescovo di Susa. Morì a Susa il 3 Maggio 1903. Egli fu un uomo di Dio, un sacerdote zelante, un pastore pieno di carità, predicatore del Vangelo e confessore instancabile, un fondatore carismatico. Fu un pellegrino nella preghiera, semplice e gioioso nello spirito francescano, padre generoso e accogliente per tanti anziani, poveri e padre attento per le orfanelle, zelante cappellano del carcere. La sua vita è stata un fuoco di carità capace di accendere di zelo molti cuori, portare a Cristo tante anime, alleviare le pene dei poveri, offrendo loro conforto e speranza. Il suo carisma, attraverso le sue figlie spirituali, continua ad esprimere all’interno della Chiesa i doni dello Spirito Santo, nell’opera di evangelizzazione, di promozione umana e di carità verso le umane povertà. Il beato Rosaz fu grande pastore nella Chiesa di Susa. Dal suo incontro con il Signore nella preghiera, naque in lui una grande carica apostolica, che lo spinse ad annunciare Cristo e il suo Vangelo, soprattutto con l’esempio e il servizio nella carità, con grande capacità di percepire i bisogni dei poveri e degli ultimi, e di rispondervi prontamente. Trasmise questo carisma della carità alle sue figlie spirituali, che da lui impararono a servire Cristo nel povero, nel malato, nel bambino, in chiunque fosse nel bisogno materiale o spirituale. Fu beatificato da papa Giovanni Paolo II nel 1991

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui