San Paolo VI

Giovanni Battista Montini nasce a Concesio (Brescia) il 26 settembre 1897. Studia dai Gesuiti e, percepita la chiamata al sacerdozio, entra nel seminario di Brescia seguendo i corsi teologici da esterno.  Riceve l’ordinazione presbiterale il 29 maggio del 1920. Viste le sue spiccate doti umane e intellettuali, viene orientato a incarichi diplomatici a Roma. Può esercitare anche l’esercizio pastorale quando, il 6 gennaio 1955, diventa arcivescovo di Milano. Il suo desiderio è quello di indicare ai milanesi Dio come unico riferimento della vita. Giovanni XXIII lo fa cardinale il 15 dicembre del 1958 ed egli gli succede al soglio pontificio il 21 giugno del 1963. immediatamente decide di portare avanti il progetto iniziato dal Papa Buono: il Concilio Vaticano II. Il momento più faticoso e difficile sarà quando dovrà mettere in pratica le decisioni che l’assise aveva preso: fatica alla quale non si sottrarrà mai. Apre un fruttuoso dialogo con i cristiani delle altre confessioni, dando luogo a incontri e importanti confronti. Lascia alla Chiesa sette encicliche e porta la vicinanza della Chiesa al di fuori dell’Italia attraverso nove viaggi apostolici. Muore a Castel Gandolfo il 6 agosto del 1978. Papa Francesco lo beatifica il 19 ottobre 2014 e lo canonizza il 14 ottobre 2018. La memoria liturgica, con decreto della Congregazione per il culto Divino viene fissata il 29 maggio, giorno dell’Ordinazione sacerdotale di San Paolo VI. Le Grotte Vaticane, sotto la basilica di San Pietro, ne custodiscono il corpo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui