Martirio di San Giovanni Battista

Il 29 agosto la tradizione cristiana fa memoria del martirio di san Giovanni Battista. Egli rese a Dio la suprema testimonianza del sangue immolando la sua esistenza per la verità e la giustizia: fu infatti decapitato per ordine di Erode, il quale aveva osato dire che non gli era lecito teneva la moglie di suo fratello (Mc 6, 17-29). Ricordando il sacrificio di Giovanni Battista, san Giovanni Paolo II notava che “il martirio rappresenta il vertice della testimonianza della verità morale” (Veritatis splendor, 93). Se relativamente pochi sono chiamati al sacrificio supremo, vi è però “una coerente testimoniznza che tutti i cristiani devono esser promnti a dare ogni giorno anche a costo di sofferenze e di gravi sacrifici(Veritatis splendor, 93). nella vita quotidiana ci vuople davvero un impegno stavolta eroico, per non cedere alle difficoltà, che spingono ad accomodamenti, e per vivere il Vangelo senza compromessi. Inoltre, anche oggi, in alcune parti del mondo, i credenti continuano a essere sottoposti a dure prove per la loro adesione a Cristo e alla sua Chiesa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui