San Sanzone di Dol

Cathopedia ci presenta la figura di san Sansone di Dol che nacque verso il 495 nel Galles. Il santo abate Iltud († 540) lo accolse nella scuola del suo monastero  a Llanilltud (ossia Llantilllyd Fawr, forma gallese per Llantwit Major, nel Glamorgan ), dove Sansone fu amico di un altro santo, Gildas  detto il Saggio. Ricevette gli ordini sacri dal vescovo san Dubricio; desideroso di maggiore nascondimento, lasciò il monastero di sant’Iltud e si ritirò in quello dell’abate Pirone nell’isola di Caldey nella Manica, e qui rivestì dapprima la carica di economo  e poi di abate. Alcuni monaci  irlandesi di passaggio lo convinsero a tornare nella sua terra, il Galles. Venne ordinato vescovo nel 522  da Dubricio. Passando poi in vari monasteri operò miracoli e convertì dei pagani ancora legati all’idolastria sulla costa del Galles. Imbarcatosi con l’intenzione di fondare un nuovo monastero sull’attuale costa francese, approdò all’imboccatura del fiume Guyoult, dove guarì la moglie e la figlia di un possidente di nome Privatus, che gli donò un terreno per l’edificazione del monastero a Dol. Da qui i monaci si diffusero in tutti i territori della costa dell’antica Armorica. Evangelizzò anche la Normandia, fondandovi il monastero di Pental. Partecipò al Secondo Concilio di Parigi, tenuto sotto Cariberto I (562 – 567); il re di Cornovaglia Juwal gli concesse per il suo monastero di Dol le Isole Normanne. Si spense a Dol nel 565 circa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui