Beati Emanuele Olay Colunga

Emanuele Olay Colunga nacque a Noreña, nelle Asturie, il 25 luglio 1911, settimo di dodici figli. Nel 1926 entrò nel Seminario Minore della diocesi di Oviedo, dove, nel 1934, arrivò la notizia dell’uccisione di sei alunni del Seminario Maggiore, avvenuta durante la rivoluzione delle Asturie, il 7 ottobre. Manuel faceva celebrare ogni 7 del mese una Messa in loro suffragio e li considerava degni degli altari. Nel 1936, allo scoppio della guerra civile, si trovava in famiglia: per qualche tempo si nascose insieme a un amico, un novello sacerdote, ma entrambi furono scoperti e imprigionati il 18 giugno 1937. La notte del 22 settembre 1937 venne ucciso con uno sparo alla testa, mentre era di spalle, dopo che gli era stato ordinato d’inseguire alcuni ladruncoli. Manuel aveva venticinque anni, era suddiacono e frequentava il quinto anno degli studi teologici. È stato beatificato il 9 marzo 2019 nella cattedrale del Santo Salvatore a Oviedo, con altri due seminaristi uccisi negli anni della guerra civile e coi sei compagni del Seminario Maggiore fucilati il 7 ottobre 1934. La loro memoria liturgica cade il 6 novembre, giorno in cui tutte le diocesi spagnole ricordano i loro Martiri del XX secolo. I resti mortali di Manuel non sono mai stati ritrovati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui