San Bertario di Montecassino

Era un nobile di stirpe longobarda, Bertario visitò Montecassino e ne fu tanto impressionato che vi rimase come monaco. Divenne abate nell’856, succedendo al suo maestro Bassacio. Era tempo di incursioni saracene e allora fece fortificare l’abbazia, che ebbe anche, tra molte difficoltà e per un certo tempo, la protezione dell’imperatore Ludovico II. Con Bertario, uomo di lettere (promosse studi non solo sacri, ma anche di grammatica e medicina) il monastero si consolidò. Bonificò la vallata e fondò Eulogimenopoli (città di san Benedetto) poi divenuta San Germano e oggi Cassino. Fu ucciso dai saraceni con alcuni monaci nell’883. Riposa nell’abbazia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui