Santa Cecilia

Cecilia è una delle sette mertiri ricordate nel Canone Romano. Il culto si diffuse a partire da una Passione dove viene esaltata come esempio di cristiana che abbraccia la verginità e sostiene il martirio per Cristo. Qui si racconta che cecilia viene data ion sposa al pagano Valeriano. Dopo le nozze gli dice che ha fatto a cristo voto di castità e lo invita a purificarsi. Egli va sull’Appia e, trovato papa Urbano, si fa battezzare. Quando torna dall’amata, la vede assistita da un angelo, dal quale Valeriano ottiene la conversione del fratello. Il prefetto di Roma, però, fa uccidere i due fratelli che, intanto, hanno convertito tanta gente. Per appropriarsi dei beni di Valeriano, egli tenta poi di uccidere anche Cecilia gettandola in liquidi bollenti. Visto che la Santa ne esce salva, ordina di decapitarla. Il boia la colpisce tre volte procurandole solo ferite. Nei giorni successivi, Cecilia distribuisce i suoi averi ai poveri e versa il sangue per Gesù. Viene sepolta nelle catacombe di san Callisto. Più tardi, Pasquale I trasferisce il suo corpo nella basilica trasteverina. Solo dpo Cecilia verrà considerata patrona dei musicisti e dei cantanti sacri. Ciò si spiega con un passo della Passione, in cui si dice che “mentre gli organi suonavano, ella cantava nel suo cuore soltanto per il Signore.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui