San Lorenzo da Brindisi

Nacque a Brindisi il 22 luglio del 1559 r gli fu dato il nome di Giulio Cesare. Perse il padre da bambino e la madre ch’era appena adolescente. A 14 anni si trasferì a Venezia da uno zio sacerdote, dove proseguì gli studi e maturò la vocazione tra i Cappuccini. Assunse il nome di Lorenzo e il 18 dicembre del 1582 divenne sacerdote. Si dedicò alla predicazione in Italia e in Europa. Assolse importanti incarichi diplomatici a servizio della Chiesa e della società civile, scrisse molte opere per la diffusione e la difesa della fede. Esercitò ogni compito in semplicità e umiltà nel difendere la Chiesa con tro gli infedeli, nel riconciliare tra loro i potenti in guerra, nel curare il governo del suo Ordine. Nel 1618, sentendosi prossimo alla fine, voleva tornare a Brindisi, ma i nobili napoletani lo convinsero a recarsi al re di Spagna Filippo II per esporre gli abusi di cui erano vittime per colpa del viceré spagnolo Pietro Giron. il 22 luglio del 1619 padre Lorenzo morì a Lisbona, forse avvelenato. Fu canonizzato nel 1881 da Leone XIII e proclamato dottore della Chiesa col titolo di dottore apostolico, nel 1959 da san Giovanni XXIII.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui