San Pio V

Antonio Ghisleri nacque a Bosco Marengo (Alessandria) il 27 gennraio del 1504. Per vivere fu costretto a fare il pastore, finché a 14 anni prese l’abito del Domenicani e, sotto la tutela di Maria, germogliò in lui quella pietà che fu l’anima e il segreto di tutta la sua vita. Quando emise la professione religiosa assunse il nome di Michele. Negli anni di preparazione al sacerdozio la sua formazione teologica fu facilitata da una vivida intelligenza. Fu ordinato sacerdote a Genova nel 1528 e vescovo di Mondovì nel 1560. Nel 1566 fu eletto papa con il nome di Pio V. Nel suo pontificato, con instancabile energia, rese efficaci i decreti del Concilio di Trento, riformò il Messale e il breviario romano, pubblicò il Catechismo Romano, lavorò con fermezza al miglioramento dei costumi, sostenne vigorosamente la lotta contro il protestantesimo; contro il pericolo romano, che minacciava la cristianità, organizzò una campagna militare che si concluse con la vittoria di Lepanto (7 ottobre 1571): a testimoniare la gratitudine verso Maria – alla cui invocazione con la preghiera del Rosario il Pontefice attribuì la disfatta navale dei musulmani – istituì la festa della Madonna della Vittoria. Anche da papa continuò a vestire il saio domenicano (da allora tutti i pontefici successivi vestirono di bianco), a riposare sopra un pagliericcio, a cibarsi di legumi e frutta, dedicando l’intera giornata al lavoro e alla preghiera. Morì il 1° maggio del 1572.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui