San Giorgio di Antiochia

Notizie molto scarne riguardo a questo santo dell’Oriente, ma si sa che Giorgio fu vescovo di Antiochia in Pisidia e nel 787 prese parte al secondo concilio di Nicea, che ristabilì il culto delle sacre icone, sottoscrivendone gli atti. Nell’815 l’imperatore Leone V l’Armeno tentò di abolirne il culto almeno in Oriente, ma il santo vescovo antiochieno rifiutò fermamente di eseguirne gli ordini e fu perciò condannato all’esilio. Ben presto morì e l’eroicità dimostrata nella difesa della fede gli meritò l’aureola della santità.
I sinassari bizantini hanno posto la sua festa al 18, 19 o 20 aprile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui