Sette santi fondatori dell’ordine dei Servi della Beata Vergine Maria

Intorno al 1723 sette mercanti, membri di una compagnia laica di devoti della Vergine, decisero di ritirarsi in solitudine per far vita comune nella penitenza e nella preghiera. Abbandonata l’attività commerciale, distribuirono i beni a poveri e si ritirarono sul monte Senario, dove costruirono una piccola dimora e un oratorio dedicato a Maria. Conducevano vita austera e solitaria, ma accoglievano le persone che cercavano il conforto della loro parola. Diffondendosi sempre più la loro fama di santità, molto chiedevano di far parte della loro famiglia. Decisero perciò di dare inizio all’Ordine dei Servi della Beata Vergine Maria (Serviti). Soltanto Alessio Falconieri, ultimo superstite dei sette fondatori, morti tutti sul monte Senario, poté assistere al completo trionfo della famiglia religiosa. Per le aspre penitenze si era ridotto a pelle e ossa. Finché visse portò la tonaca sulla nuda carne fasciata di cilici; ogni notte si flagellò, dormì vestito su tavole distese per terra, per molti anni digiunò a pane e acqua. Poco prima di morire, il Signore gli apparve sotto forma di un bambino. Trasfigurato in volto, disse ai circostanti: “Inginocchiatevi tutti, non vedete Gesù? Beato chi lo serve fedelmente con umiltà e purità! Che degna corona gli è preparata!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui