Sant’Andrea de Soveral

André de Soveral, nato intorno al 1572 nell’attuale Stato brasiliano di San Paolo, entrò nella Compagnia di Gesù nel 1593. Per la sua conoscenza della lingua indigena del Pernambuco, venne inviato a evangelizzare gli indios di quel territorio. Passato al clero diocesano tra il 1607 e il 1610 (ma il Martirologio Romano, erroneamente, lo considera ancora come Gesuita), divenne parroco della parrocchia della Madonna delle Candele a Cunhaú. Fu ucciso il 16 luglio 1645 nell’omonima chiesa, mentre celebrava la Messa, da una truppa di soldati olandesi, che massacrarono anche i fedeli rimasti chiusi nell’edificio sacro. L’unico dei fedeli del quale si conosce il nome è Domingos de Carvalho. Lui e don André, inclusi in un elenco che comprende in tutto 30 martiri brasiliani uccisi nel 1645, sono stati beatificati il 5 marzo 2000 e canonizzati domenica 15 ottobre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui