Beata Irmergarda di Chimsee

La Chiesa ricorda il 16 luglio la beata Ermengarda (Irmgard), figlia di un nipote di Carlo Magno, Ludovico il Germanico. Nacque a Ratisbona (Regensburg) nell’833 ed ebbe sette tra fratelli e sorelle. Insieme alle altre tre figlie femmine nate dell’unione del re di Germania con la nobile guelfa Emma, Ermengarda venne educata nel monastero svevo di Buchau. Poi si fece benedettina e andò a vivere nell’abbazia di Frauenwörth situata su un’isola del lago di Chiemsee, in Baviera. Ne divenne la prima badessa e si distinse per la pietà di vita. Morì a soli 33 anni e riposa nella cappella del monastero. È stata beatificata da Pio XI nel 1928. Il lembo di terra, detto Fraueninsel («l’isola delle donne»), è tuttora meta di pellegrinaggi da tutta la Germania. Ermengarda viene invocata per sconfiggere la sterilità e come protettrice nei parti plurimi.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui