San Landerico
Video

Landerico divenne vescovo di Parigi nel 650 durante il regno di Clodoveo II, e viene ricordato soprattutto per la cura che ebbe verso i poveri e gli ammalati della città, arrivando a vendere non solo le sue proprietà personali ma anche vasellame e oggetti della chiesa per alleviarne le sofferenze durante una carestia nel 651. Prima di quel tempo l’unico ausilio per gli ammalati poveri erano ostelli senza alcuna sovvenzione e la sopravvivenza giornaliera di queste case dipendeva da elemosine casuali. Il vescovo Landerico fondò il primo vero ospedale cittadino, vicino alla chiesa di Notre. Dame e affidato alla protezione di S. Cristoforo, che in seguito divenne noto come l’Hotel-Dieu, che è a tutt’oggi uno dei principali ospedali parigini. Nel 653 firmò un decreto nel quale si esentava l’abbazia di Saint-Denis, fondata di recente, dalla giurisdizione episcopale. Questa ordinanza sia andata perduta essa è citata in un documento di Clodoveo, in data 22 giugno 654. Incerta invece è la data della morte di Landerico, che però non può essere avvenuta prima del 660, poiché in quell’anno il monaco Marculfo gli dedicò componimenti religiosi, scritti sotto la sua guida. Dal 1171 i suoi resti risultano sepolti nella chiesa di St-Germin-l’Auxerrois; nel 1408 Pietro d’Orgemont, vescovo di Parigi, li rinchiuse in una cassa d’argento che, durante la processione di santa Genoveffa, teneva il terzo posto. La cassa fu profanata nel 1793; quanto alla chiesetta di St-Landry, posta nell’isola della Cité, venne demolita nel 1829. Con la sua scomparsa e con l’incerta sorte della sua cassa funebre, un tempo a Notre Dame, non restano esempi notevoli dell’iconografia di Lamberto se se ne eccettua la statua nella chiesa di St-Germain-l’Auxerrois di Parigi 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui