Il santo del 1° dicembre: Beato Charles de Foucauld


Beato Charles de Foucauld

Quest’uomo, che ha scelto la strada della solitudine per essere accanto a Dio, il beato Charles de Foucauld (1858-1916), un uomo che non conosceva le mezze misure. Nacque a Strasburgo da famiglia nobile e agiata, ma presto rimase orfano e fu affidato alle cure di un vecchio nonno e per tradizione familiare si iscrisse all’accademia militare, ma trascorse gli anni giovanili nell’ozio e nelle trasgressioni, fino a farsi espellere dall’esercito. Compì allora alcuni viaggi di esplorazione in Marocco, che gli valsero importanti riconoscimenti in campo geografico ma non era ancora giunto alla meta. A 28 anni riscopre finalmente la fede cristiana. D’ora in poi la sua vita è un’incessante ricerca per giungere in prossimità del cuore di Gesù. Entra nella trappa di Notre-Darne-des-Neiges ed emette i voti monastici, partendo poi per la Terra Santa, dove a Nazareth cerca di vivere la vita povera degli anni nascosti di Gesù. Il gaudente di una volta ha ora una fame insaziabile di umiltà, di spoliazione radicale, di vicinanza a Cristo. Chiede di diventare sacerdote per potersi recare ai margini del deserto del Sahara, nell’oasi di Béni-Abbés, e celebrare in solitudine il sacrificio della salvezza. Qui vive gli ultimi anni di vita in silenzio, nell’amore universale, nutrito dall’adorazione eucaristica. Viene ucciso il l’ dicembre 1916 da un gruppo di tuareg in rivolta, un uomo del deserto che egli amava disperatamente, in piena Prima Guerra Mondiale. In vita a lungo fratel Charles aveva chiesto un compagno che condividesse la sua esperienza, ma non venne accontentato. Egli era il seme evangelico che porta frutto solo dopo la maturazione e la sepoltura. Diverse congregazioni religiose e tantissime persone si richiamano ora alla sua spiritualità.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *