Consiglio Comunale di Formia

Dopo le parole del consigliere comunale Claudio maricano, sono arrivate anche le parole di una signora della politica che per tanti anni calca il pavimento della sala Ribaud, ossia Eleonora Zangrillo, attulamente consigliere comunale di opposizione, ma che con Gerardo Forte ha collaborato nelle maggioranze a guida Sandro Bartolomeo dasindaco. Infatti lei ha ricordato come lei ha condiviso “mille cose, mille esperienze, mille litigate con Gerardo per la sua testardaggine, per la sua serietà nel portare avanti gli argomenti che gli stavano a cuore.” La Zangrillo non si è dilungata nelle parole, tante sono state le cose fatte insieme a lui. Infatti lei ha tenuto a precisare: “ Io ero una ragazzina quando sono entrata in questo Consiglio Comunale, sono passati ormai 25 anni e Gerardo all’epoca già era un Consigliere fatto, preparato che ha avuto anche esperienze in provincia di Latina, io ero alle mie prime esperienze, avevo davanti una classe politica preparatissima dalla quale ho imparato tanto sotto tutti i punti di vista, amministrativi, istituzionali, personali, legali alla parola, legato a tanto.” Ed ancora un pensiero piacevole per ricordare la sua figura in particolare in quest’ultimo mandato: “Ricordo i primissimi giorni, le primissime Commissioni quando Gerardo, così come ha detto il Sindaco, mi diceva di avere a cuore una cosa soprattutto che era quella di lavorare tutti insieme sulla Colonia Di Donato.” Ed infine una richiesta fatta all’interno del Consiglio Comunale: “Prima, stamattina quando ho avuto la notizia della scomparsa di Gerardo ho avuto un pensiero che faccio vostro, non so se possiamo di questo chiedo al Segretario se si può buttare giù un ordine del giorno, oppure se si può fare, se il Consiglio Comunale può fare mia questa proposta. Io vorrei che e il Consiglio Comunale chiedesse, tenuto conto delle vicende che sono accadute in questi ultimi giorni rispetto alla Colonia Di Donato vorrei che il Consiglio Comunale potesse dare mandato al Dirigente, all’Avvocatura Comunale di operare un dissequestro del bene al Tribunale di Cassino. Che questo bene venga riconsegnato alla città, ciò può essere fatto tenuto conto che sia la Difesa che l’Accusa ha fatto i propri accertamenti da parte dei consulenti che hanno cristallizzato le prove e tenuto conto che il rinvio dell’udienza è fissato al 21 marzo data successiva a quella della data di prescrizione che è il 21 marzo. Tra l’altro il Comune è costituito Parte Civile e conosce bene lo stato dell’arte del giudizio, mi sembra questo un pensiero per Gerardo che in questo momento ci sta guardando e credo che possa essere un regalo che questo Consiglio Comunale e questa città attraverso noi possa fare al Consigliere rispettando una sua grande volontà nel portare avanti soprattutto questa opera che tanto serve al nostro territorio, grazie. Grazie Gerardo per quello che hai fatto per Formia.” Ed è stato il più bel pensiero che questa signora della politica formiana ha voluto fare per ricordare la figura di questo consigliere comunale che si è battuto per Formia, anche se poi c’è stato un epilogo molto brutto dell’ultimo consiglio comunale della consiliatura a guida Paola Villa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui