IL RESTAURO DELLA CHIESA GAETANA DI SAN GIOVANNI A MARE

San Giovanni a Mare
San Giovanni a Mare
Foto San Giovanni a Mare
Foto San Giovanni a Mare

La Chiesa di San Giovanni a Mare avrà ancora bisogno di un opera di restauro ed ecco dunque al via libera della Giunta Comunale al progetto definitivo dei lavori di miglioramento della sicurezza stradale nei pressi della chiesa di San Giovanni a Mare e nel vicolo retrostante. Sarà così garantita una migliore e più sicura fruibilità della chiesa più antica di Gaeta, un vero e proprio gioiello storico – architettonico del Centro Storico S. Erasmo, che, a breve, riaprirà le sue porte a fedeli e visitatori. L’intervento approvato, infatti, riguarderà l’allargamento del marciapiede antistante la chiesa, oggi talmente angusto da non consentire il normale transito pedonale, e lavori per la sicurezza stradale nel vicolo retrostante.

Spiega l’assessore alle Opere Pubbliche Raffaele Matarazzo che sono delle “opere necessarie che garantiranno maggiore sicurezza pedonale e veicolare. In particolare l’ampliamento del marciapiede consentirà anche di realizzare un sagrato per la chiesa, che ne risulta priva. Tale nuova configurazione permetterà non solo di utilizzare al meglio l’edificio religioso per le funzioni sacre,  ma anche  di avere una migliore visione della facciata di rilevante importanza storico – architettonica“.

Stanno, intanto, volgendo al termine i lavori di manutenzione straordinaria, avviati, a proprie spese, nei mesi scorsi dall’Arcidiocesi di Gaeta, su autorizzazione dell’Amministrazione Comunale, che ha collaborato nella ricerca e reperimento dei fondi necessari a riportare all’antico splendore la chiesa di San Giovanni a Mare.

Il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano tiene a sottolineare che “grazie ad una fattiva e concreta sinergia tra Comune e Arcidiocesi, sarà restituito ai fedeli e all’intera cittadinanza, uno dei luoghi sacri più suggestivi di Gaeta, che racchiude in sé importanti momenti della sua storia,  e mostra ancora intatti percorsi di vita del suo popolo, nello scorrere dei secoli. Aver cura delle testimonianze del nostro passato, preservare e custodire i tesori artistici e architettonici del patrimonio comunale sono obbiettivi prioritari per la nostra Amministrazione”.

La chiesa di San Giovanni a Mare, conosciuta anche con il nome di S. Giuseppe perché vi si riuniva la Confraternita dei falegnami, è sicuramente tra le chiese più caratteristiche del Centro Storico S. Erasmo per le diverse influenze architettoniche che vi si fondono. Edificata nel X secolo dal duca di Gaeta Giovanni IV, presenta una cupola di arte bizantina ed il pavimento leggermente inclinato per permettere il defluire delle acque del mare nei periodi di alta marea, essendo stata eretta nelle vicinanze del mare, all’esterno della cinta muraria, parzialmente demolita agli inizi degli anni Sessanta. Custodisce al suo interno un altare ricavato da un sarcofago, mentre le otto colonne che dividono la navata hanno capitelli di vario stile.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *