Luca Magliozzi

Dove si era rimasti? La notizia è arrivata mentre si stanno facendo gli ultimi preparatiovi per l’allestimento della sede elettorale del candidato sindaco del centrosinistra Luca magliozzi, che ha visto finalmente, dopo tante difficoltà dovute al fatto che l’ex segretario provinciale Claudio Moscardelli aveva deciso, in concerto con il segretario regionale Astrorre, di non concedere il simbolo per le prossime elezioni amministrative di Formia. Decisione quanto mai assurda, dettata sembra dalla volontà dell’ormai appartenente del partito e già quattro volte primo cittadino Sandro Bartolomeo che ha sposato, questa volta, dal di fuori e portando alcuni candidati di riferimento, il progetto elettorale di Amato La Mura come candidato a sindaco. L’arresto nei giorni scorsi, come è stato riportato da tutti i media, per un suo particolare coinvolgimento, secondo quanto hanno affermato gli investigatori che comunque mantengono il massimo riserbo perchè le indagini sono ancora in corso di svolgimento, di Claudio Moscardelli, ha fatto caducare questo principio che si stava determinando. Mentre in altri centri si hanno difficoltà ad ottenere il simbolo, Formia ha avuto una forte ostinazione ad ottenere il simbolo del partito, in virtù di una tradizionale vocazione elettorale che conta comunque uno zoccolo duro, da sempre orgoglio del centrosinistra formiano. Ma ecco che cosa hanno scritto dallo staff elettorale del candidato Luca Magliozzi: “È ufficiale, il Pd di Formia sosterrà la candidatura del Farmacista Luca Magliozzi. L’annuncio arriva oggi, dopo una proficua collaborazione con i vertici regionali ed il commissario provinciale del Partito democratico. Il circolo guidato dal segretario Luca Magliozzi, infatti, interpretando l’esigenza di una nuova stagione, chiesta dalla comunità democratica di Formia, ha ottenuto il via libera dei vertici del Partito a utilizzare il simbolo alle imminenti elezioni comunali. Il simbolo del PD torna finalmente a casa e viene collocato al centro di un percorso chiaro: quel campo largo e democratico che da diversi mesi il segretario Dem è riuscito a mettere in piedi.  Il cambiamento auspicato finalmente prende forma. Parte da Formia un rinnovamento che pone il Pd al centro di un progetto ben definito di centro-sinistra, distante da logiche esclusivamente di potere che con la nostra città e la nostra provincia hanno davvero poco a che fare. Ci apprestiamo a rilanciare con coraggio una comunità che impieghi tutte le sue migliori energie nella ricerca di soluzioni ai numerosi problemi del territorio e all’ascolto delle parti sociali, costruendo un campo politico democratico, progressista e solidale alternativo alle destre e basato sui valori e la storia della nostra comunità politica. Riteniamo che questa sia l’unica proposta valida per contrastare la deriva culturale, sociale e politica della città. Il PD è un partito sano che si riconosce nei propri valori e non ha di certo paura a rivendicarli: il dialogo, la sostenibilità, la solidarietà, il merito e la questione morale. Al sen. Astorre e all’on. Mauri, a nome di tutta la comunità democratica, rivolgiamo un ringraziamento particolare per il lavoro svolto in queste settimane e per il coraggio messo nel ridare credibilità e dignità al PD in provincia di Latina.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui