Locandina

C’è stato l’annuncio del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, in occasione del convegno sull’autostrada Roma-Latina, organizzato online nel giorno dell’anniversario della fondazione della città di Latina: “Oggi vi presentiamo un progetto di sistema trasportistico per tutta l’area del Lazio e affronta a tutto campo gli spostamenti di persone e merci. E’ un’opera strategica e prioritaria che avrà un finanziamento aggiuntivo di 250 milioni per quest’opera. Nel 2021 sarà pronto il progetto esecutivo”. Ha aggiunto l’Ad di Anas Massimo Simonini:”E’ un’opera importante e strategica per la regione Lazio che potenzierà il territorio pontino e che fornirà un collegamento fondamentale per tutto il Lazio e il sud di Roma, che collegherà porti e aeroporti per tutte le attività economiche. L’opera migliorerà la mobilità, decongestionando la Pontina e i tempi di percorrenza si ridurranno notevolmente, con un impatto ambientale ridotto e la maggiore sicurezza e una riduzione del 40% della incidentalità. Si tratta di opere per 100 chilometri dell’autostrada Roma-Latina e la bretella Cisterna- Valmontone e 40 chilometri di opere connesse. Contiamo che possa essere pronta in 6 anni”. Il ministro Paola De Micheli ha aggiunto alcuni dettagli, spiegando che il progetto della Roma-Latina subità una”revisione radicale” perché quello ereditato “aveva tante difficoltà giuridiche. La revisione del progetto ci permetterà di ridurre l’occupazione di nuovo suolo. L’eliminazione del collegamento con l’A12 ci permetterà di risparmiare 176mila metri quadrati, sono 24 campi da calcio. L’eliminazione delle barriere autostradali tradizionali, che non ci saranno, ci farà risparmiare altri 280mila metri quadrati di occupazione di suolo che sono 38 campi da calcio. Insomma avremo un progetto con un consumo di suolo in meno del 17% e un risparmio economico di circa 658 milioni e un’accelerazione di un anno sul progetto finale”. Quanto ai costi, la stima è di 1,981 miliardi, rispetto ai 2,5 del vecchio progetto. Lo stanziamento pubblico è stato confermato in 468 milioni, come ha confermato ancora il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Ha commentato il sindaco di Latina Damiano Coletta: “Quello di oggi e’ un incontro con un significato simbolico importante nell’88esimo anniversario della nostra citta. La Roma-Latina libererebbe il territorio da una situazione di isolamento, abbiamo un’area industriale importante ma il cui sviluppo risente della mancanza di sviluppo infrastrutturale, e quest’opera rappresenterebbe un momento importante sia per il collegamento con Roma che con le autostrade, oltre, mi auguro, a un ulteriore potenziamento della linea ferroviaria. C’e’ stata una review del progetto recentemente approvata anche con delibera regionale  che ha l’obiettivo di ridurre consumo di suolo e pedaggi. A questo punto ci chiediamo solo se le opere compensative, che per noi sono molto importanti dal punto di vista strategico, verranno rispettate nell’ambito dell’aggiustamento del progetto, e se l’annullamento del bando di gara e il rifacimento comporterebbe uno slittamento troppo pesante da accettare”. Ha precisato l’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Lazio Mauro Alessandri: “Chiarezza definitiva sulla Roma-Latina:  lautostrada si farà così come ha confermato ulteriormente il ministro Paola De Micheli. Si avvia, con risorse certe, un iter di atti per concretizzare un’opera strategica per lo sviluppo del territorio senza tralasciare intermodalità e cura del ferro, attraverso il raddoppio della Nettuno-Aprilia-Campoleone e il rafforzamento dei principali nodi di scambio. Allo stesso modo sarà realizzata la bretella Cisterna-Valmontone attraverso finanziamento pubblico e commissariamento come indicato dalla norma del decreto Semplificazioni per infrastrutture caratterizzate da un elevato grado di complessità progettuale. Le due opere saranno scorporate e questo consentirà di eliminare il pedaggio dalla Cisterna-Valmontone”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui