Luca Di Franco

C’è stata l’elezione del nuovo presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Latina: è il fondano Luca di Franco. Già consigliere nel precedente mandato,di Franco guiderà l’ordine professionale per i prossimi quattro anni, fino al 2026. La nomina arriva ad esito delle votazioni tenute il 15 e 16 giugno 2022 ed è stata ratificata lo scorso 15 luglio, nella seduta di insediamento del nuovo Consiglio direttivo dell’ordine per il quadriennio 2022-2026. Di Franco, designato al timone della squadra degli ingegneri di Latina all’unanimità, subentra a Giovanni Andrea Pol, non più candidabile per aver svolto due mandati consecutivi. Gli ingegneri Antonio Ficarola, Enrico Ferracci e Paolo Rossi sono stati eletti rispettivamente al ruolo di vicepresidente, segretario e tesoriere. Fanno parte del nuovo Consiglio, eletti alla carica di consiglieri,anche Francesca Bertone, Alessandra Cappelli, Luciana D’Ascanio, Stefano Fabietti, Roberto Perez, Paola Pericoli, Maurizio Proietti, Fabio Russo, Nadia Scorretti, Giuseppe Viglialoro ed Ernesto Grimelli. Ha sottolineato Di Franco: “Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da complesse criticità che hanno disorientato le nostre certezze e ilnostro modo di lavorare: criticità dovute alla pandemia, alla recente crisi energetica, ai forti scompensi deiprodotti e del fragile mercato delle materie prime, al pericolo sempre più incombente di emergenzeambientali e climatiche.Credo fermamente che noi ingegneri possiamo fornire, a livello locale enazionale, un significativo contributo alle politiche che le istituzioni metteranno in campo per far fronte aqueste criticità. La nostra categoria, infatti, sarà determinante per la ripresa del Paese e dei nostri territori, in particolare nella gestione delle risorse fornite dal PNRR,nella transizione digitale, nella programmazione e realizzazione delle grandi opere, nella trasformazioneenergetica ed ecologica, tutti temi che prevedono un forte impegno dell’Ingegneria. In tutto ciò l’Ordine ha un ruolo assai importante e il nostro Consiglio vuole svolgere il proprio compito sul territorio con spirito di servizio, competenza, lucidità, efficacia e visione d’insieme, peraffrontare al meglio queste sfide.Proseguiranno e si intensificheranno la collaborazione e il confronto costruttivo e positivo con le istituzioni territoriali rafforzando nelle stesse la presenza e il contributo dell’Ordine grazie al coinvolgimento delleCommissioni tematiche, ai protocolli d’intesa in essere e a quelli che saranno istituiti ex novo.Ci proponiamo di implementare il percorso formativo nei vari settori dell’ingegneria, garantendoun aggiornamento costante delle conoscenze tecniche, a partire dall’innovazione e guardando a modellisempre più evoluti e moderni sotto il profilo progettuale, metodologico e operativo. Inoltre, l’Ordine vuole fin da subito promuovere ogni iniziativa volta a sostenere l’attività degli ingegneri siaquando esercitata in forma libero professionale, sia quando svolta in forma dipendente nel settore pubblico oprivato, valorizzando e accrescendo soprattutto le competenze dei colleghi più giovani; il tutto intensificando sia i rapporti con le Università e le facoltà di Ingegneria, sia i collegamenti con le organizzazioni settoriali e le imprese del territorio, con un coinvolgimento sempre maggiore delle diversecompetenze degli iscritti al nostro ordine”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui