Mercato del Pesce a Gaeta

Sono stati pubblòicati sul sito dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale gli atti per una nuova procedura ad evidenza pubblica per l’assegnazione dei restanti 13 stalli per la vendita al dettaglio del pesce, di oltre 30 metri quadrati ciascuno (http://www.albo-pretorio.it/albo/archivio4_atto_0_370922_0_2.html). Si tratta del terzo avviso pubblico e quarto procedimento amministrativo che è stato avviato dall’ente per l’assegnazione degli stalli per la vendita al dettaglio di prodotti ittici. Intanto, con il decreto presidenziale 244 del 25 agosto scorso, l’AdSP ha definito l’iter per l’aggiudicazione, attraverso il rilascio della concessione demaniale marittima, di uno dei 14 stalli per la vendita dei prodotti ittici al dettaglio ricavati all’interno del mercato del pesce in località Porto Salvo a Gaeta. A causa di carenze documentali si è potuto procedere ad una sola aggiudicazione del totale degli stalli a disposizione e la tempestiva pubblicazione del nuovo bando si riconduce proprio all’urgenza dell’ente portuale di dare una risposta a questo importante settore valorizzando il rilevante investimento compiuto. L’obiettivo dell’AdSP è quello di rilanciare lo storico e prestigioso settore ittico di Gaeta che, in futuro, potrà operare in locali a norma, accoglienti e funzionali e in strutture che abbiano i necessari standard igienico-sanitari e ambientali. E ciò sia nell’interesse degli operatori che a tutela dei prodotti in vendita e della stessa clientela. La realizzazione del nuovo mercato del pesce dimostra l’esistenza di “un’alternativa fattibile” per la gestione di questo nevralgico e delicato, per i suoi risvolti igienico-sanitari, settore merceologico. L’AdSP, auspicando che con il nuovo avviso si possano assegnare tutti gli stalli presenti nella struttura, ha in agenda un altro importante step tecnico-amministrativo: la delocalizzazione della struttura, in località Porto Salvo, in cui si svolge attualmente l’attività dell’asta del pesce. La nuova struttura sarà ubicata in un’area demaniale adiacente al nuovo mercato, mentre si procederà alla demolizione di quella attuale, ormai fatiscente così da dare ampio respiro e visibilità al nuovo mercato e consentire all’utenza dei cittadini e dei turisti di apprezzare la bellezza del nuovo mercato in riva al mare, in un contesto riqualificato che rappresenta l’avvio di un progetto di progressiva riqualificazione dell’intero comparto della pesca e della cantieristica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui