Attanasio e Iacovacci

Il ministro Di Maio, in merito all’attentato del 22 febbraio 2021 avventuo in Congo e che costò la vita all’ambasciatore italiano Luca Attanasio, al carabiniere Vittorio Iacovacci, originario di Sonnino, destinatario di una medaglia d’ora al valor militare, e al conducente del veicolo sul quale entrambi viaggiavano., ha scritto l Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite per sollecitare la massima collaborazione sulle indagini relative all’attacco armato, sottolineando come “l’Italia è fortemente impegnata a fare piena luce sui fatti che hanno profondamente scosso il ministero e l’opinione pubblica, perché l’accertamento della verità e delle responsabilità è interesse comune delle Nazioni Unite e dell’Italia. Ci attendiamo che il Pam vorrà mettere in campo tutte le risorse disponibili per favorire la massima collaborazione con la magistratura italiana da parte dei propri funzionari all’epoca dei fatti in servizio indipendentemente da ogni considerazione sul tema delle immunità”. Di Maio ha sollecitato una “rapida risposta” alla richiesta di elementi utili ale indagini indirizzata al Pam dalla nostra Rappresentanza permanente alle Nazioni unite.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui