Alunni

Un messaggio di speranza, quello che ha lasciato detto il sindaco di Formia Paola Villa nei confronti degli alunni delle elementari e delle medie inferiori che il 28 settembre hanno iniziato il loro anno scolastico nell’era del covid. Dopo alcuni slittamenti i ragazzi e le ragazze della scuola dell’infanzia, delle elementari e delle medie sono stati accolti dalle parole del messaggio del sindaco di Formia:

“Care alunne e cari alunni,

l’inizio delle lezioni è sempre un momento ricco di emozioni e quest’anno scolastico 2020-2021 lo è sicuramente di più, perchè troppe volte rinviato e troppo atteso. Oggi 28 settembre ritornerete nelle aule dopo diversi mesi, rivedrete i compagni di classe e gli insegnanti e vi troverete sicuramente cambiati con molte cose da raccontarvi. Tutti abbiamo dovuto fare i compiti durante le vacanze e con i dirigenti scolastici, gli insegnanti ci siamo dovuti impegnare a risolvere diversi problemi. Quest’anno entrerete a gruppi, sarete soli al banco, gli insegnati avranno una mascherina, ma sono convinta che sia necessario per tutti il ritorno della “scuola normale” ovvero in aula, con la presenza di insegnanti e compagni di classe, con il suono della campanella e tante voci e confusione per i corridoi. Per permettere a tutti di frequentare la scuola in sicurezza, riducendo i rischi di contagio da Covid 19, l’amministrazione e i dirigenti si sono impegnati a riorganizzare il servizio mensa, il trasporto, le modalità di ingresso e di uscita. Crediamo che la scuola sia un elemento fondamentale della nostra vita, perché dalla scuola inizia il nostro cammino come cittadino e la nostra crescita come donne e come uomini. Chiedo a ogni studente di impegnarsi al massimo, non solo ad apprendere, ma anche a essere attento nel rispettare le regole per combattere l’epidemia; ringrazio i dirigenti scolastici per la collaborazione data e che daranno; grata agli insegnanti e certa che sapranno affrontare con lo spirito giusto quest’anno didattico; chiedo il supporto alle famiglie in termini di pazienza e responsabilità. Tutti apparteniamo alla stessa comunità, tutti siamo comunità. Il mio più caro augurio perché questo nuovo Anno Scolastico sia vissuto con impegno e senso di responsabilità, ma anche con entusiasmo e con passione, con la consapevolezza che sarà necessariamente un anno scolastico “particolare”, ma non per questo meno entusiasmante e meno importante nel percorso di ciascuno. Buon lavoro e buon anno a tutti!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui