Il mare di Sabaudia è sempre più smart beach

Lungomare di Sabaudia

Un mare sempre più smart quello di Sabaudia: rivoluzione sul lungomare della città delle dune, “‘più sicuro’ e accessibile a tutti tra nuove passerelle, passeggiata ciclo pedonale e un link con le informazioni utili sugli accessi al mare”.  Sono state illustrate dall’Amministrazione le novità che riguardano il lungomare di Sabaudia in quanto  è possibile accedere alle notizie relative alle discese allido direttamente dal proprio computer e smartphone collegandosi al sito del Comune e accedendo alla pagina per i visitatori nella sezione mare o anche attraverso il seguente link https://www.comune.sabaudia.lt.it/per-i-visitatori/mare/.  In corrispondenza degli accessi al mare sono presenti i cartelli informativi su cui è presente il Qrcode di “spiaggia map” e “Quando passa” per connettersi alle informazioni:  “In particolare, attraverso il sistema interattivo e l’apposita cartellonistica presente sul litorale, è più facile valutare le indicazioni per scegliere la discesa più opportuna alle proprie esigenze. Si tratta in totale di 44 accessi su 45 agibili lungo 15 km di litorale (in media una ogni 350 metri) con 5 discese riqualificate e 2 passerelle realizzate ex novo. Sono 11 (3 libere e 8 di stabilimenti, chioschi o noleggi) invece le passerelle percorribili da persone con disabilità e con passeggini mentre per diverse passerelle, laddove la conformazione naturale della duna non permette la discesa, c’è la possibilità dell’aiuto assistito per accedere al lido tramite apposite attrezzature.Sono 3 le spiagge libere attrezzate, due pienamente accessibili alle persone con disabilità e una con discesa agevolata. Per la prima, inaugurata ad agosto 2017, che si trova al km 20,400 in località Idrovora Lavorazione (Bufalara) e per quella al km 23+079, sono stati attivati una serie di servizi che rendono possibile e agevole la discesa dalla strada fino al bagnasciuga. Sono infatti dotate di apposita passerella per la discesa in spiaggia fino all’area antistante la riva, la job chair necessaria per accedere e muoversi in acqua ed è garantita la presenza di bagnini e assistenti bagnanti qualificati. Le aree in questione non state mai state fruibili con tali dotazioni in passato, se non negli ultimi due anni. Di questo si ringrazia i volontari della Protezione Civile comunale di Sabaudia la cui collaborazione garantisce le importanti attività”.E’ partito il progetto “Mare Sicuro” con l’individuazione dipunti di assistenza alla balneazionenei tratti di arenile libero mediante postazioni mobili dalle ore 9 alle 19 fino al 31 agosto:  “Alla luce di questo servizio attivato dall’Amministrazione un terzo accesso, all’altezza di Sant’Andrea (km 27,060) ha una discesa facilitata e l’assistenza di un bagnino comunale. Altre 5 postazioni mobili con personale qualificato all’assistenza dei bagnanti sono state attivate in altrettanti punti del lido (km 21+361, 21+963, 27+900, 30+300 e 31+320) e garantiscono una migliore tutela e salvaguardia dell’incolumità pubblica. In prossimità della Bufalara, invece, staziona personale per il pronto intervento con un’ambulanza”.  Sul lungomare di Sabaudia è stata ultimata poi la passeggiata ciclo pedonale nel tratto tra ponte Giovanni XXIII e il canale Caterattino. Il comune di Sabaudia ricorda che  “la scelta è stata quella di eliminare la passerella in legno non più fruibile con il contestuale ripristino del percorso di 1500 metri con materiale ecocompatibile. Gli interventi effettuati hanno ricostituito, permettendo l’abbattimento delle barriere architettoniche, il sotto piano e la massicciata stradale delimitata da un cordolo e da un tavolato in legno sul lato lago e una nuova pavimentazione di cosideetta “terra solida” che, secondo i tecnici della ditta esecutrice del lavoro, permetteranno un risparmio sulla manutenzione della stessa per almeno 10 anni limitando i soli interventi di mantenimento sulla parte della staccionata. Per rendere possibile l’opera di manutenzione straordinaria è stato necessario attendere le autorizzazioni del Demanio, proprietario del terreno e per cui è stato avviato l’iter per la sdemanializzazione, dell’Ente Parco, della Provincia di Latina e del Consorzio di Bonifica”. Ha detto il sidnaco Giada Gervasi:  “Molto è stato fatto e molto altro è stato programmato per riqualificare e potenziare il nostro litorale . I servizi di accesso al mare presenti lungo i 15 km di dune non sono solo una necessità per la città ma la loro cura rappresenta il primo ben venuto a chi sceglie le nostre spiagge sia per la loro bellezza sia per l’alta qualità dell’accoglienza che, insieme agli operatori balneari, vogliamo offrire. Rendere più accessibile a tutti la spiaggia attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche, aumentare le informazioni relative alle passerelle tramite il web per facilitarne la scelta in base alle proprie necessità e i tanti interventi manutentivi sono il segno di come questa Amministrazione stia rinnovando e innovando un pezzo importante del proprio territorio”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *