Mercoledì 21 luglio 2021, alle ore 19.00, ci sarà la 3a Edizione del Forum Baia Domizia chiama Roma. L’evento, ideato e organizzato da Gaetano Cerrito – Presidente dell’Associazione Amici de “L’altra Italia” – avrà luogo, ancora una volta, nella splendida azienda vitivinicola “Villa Matilde”. L’incontro avrà per oggetto la riqualificazione e il rilancio turistico di Baia Domizia a livello nazionale e internazionale, con un’organizzazione che preveda una gestione centralizzata dell’offerta delle strutture abitative di Baia Domizia. Introduce Gaetano Cerrito, aprirà i lavori il Sindaco di Cellole, Dott. Guido Di Leone. Interverranno la Dott.ssa Giuseppina Mastroluca, Delegata alle politiche giovanili e del lavoro, il Sindaco di Roccamonfina Dott. Carlo Montefusco, il Capo di Gabinetto della Prefettura di Caserta Dott.ssa Maura Nicolina Perrotta, il Procuratore Capo della Repubblica di S.Maria C.V. Dott.ssa Maria Antonietta Troncone, il Procuratore Capo della Repubblica di Isernia Dott. Carlo Fucci, il Procuratore Capo della Repubblica di Cassino Dott. Luciano D’Emmanuele, e il Procuratore Capo della Repubblica di Frosinone Dott. Antonio Rosario Luigi Guerriero. A seguire il Dott. Mario Pagano, Soprintendente ai beni Ambientali e Culturali di Caserta e Benevento. Tra gli ospiti un grande personaggio della cultura, Maria Rita Parsi, editorialista, scrittrice, opinionista reti RAI, Mediaset e LA7, nel 2012 eletta membro del Comitato ONU. Nel corso della serata parteciperanno all’evento in diretta ZOOM da Roma Simona Izzo e Ricky Tognazzi. L’idea mira a rispondere alle esigenze del turista moderno che è costantemente alla ricerca di bellezze paesaggistiche, di nuovi percorsi itineranti storico-culturali, ma anche di saperi e sapori di una terra come la nostra che offre grandi filiere vitivinicole e agroalimentari. Il turista è sempre più interessato tra l’altro a quelle che sono le attività locali, volendole vivere in prima persona, con il proprio alveo familiare o con gli amici, per avere una conoscenza diretta di tradizioni, usi e costumi, e la nostra terra aurunca sicuramente ne offre tanti. Tutto ciò a dimostrazione che necessita un nuovo modo di fare turismo che viaggi al passo con i tempi e che abbia in sé, tra le prime cose, lo spirito di accoglienza, la riqualificazione delle infrastrutture e delle strutture territoriali potenziando i servizi a partire da un centro di assistenza diuturna, un migliore assetto dell’ordine e sicurezza pubblica, con un programma attrattivo di eventi, cultura, spettacolo ma anche arte motoria attraverso strutture all’altezza del compito. È chiaro che tutto questo va supportato da grandi azioni di marketing a livello nazionale ed internazionale. Il nostro progetto “Baia Domizia-Turismo tutto l’anno” consiste nel trasformare un’area turistica prettamente legata alla stagione estiva in un’area fruibile durante tutte le stagioni, che possa attrarre un turismo di qualità sia nazionale che internazionale in particolare dai Paesi del Nord Europa che presentano una maggiore richiesta di svernamento nell’area mediterranea. Il Progetto prevede i seguenti interventi, da concordare con le Amministrazioni centrali e locali:

  • Un servizio di navette per il collegamento con le realtà territoriali e la Stazione Ferroviaria di Sessa Aurunca-Roccamonfina-Cellole-Baia Domizia
  • Un centro di prima assistenza sanitaria diuturno
  • Una campagna di salvaguardia dell’ecosistema marino dell’Area, attraverso uno studio tecnico-scientifico condotto da esperti della materia
  • La tutela e la riqualificazione della macchia mediterranea, con agibilità anche notturna, attraverso un sistema di illuminazione che percorra i nostri 9 km di spiaggia
  • Cura dell’assetto stradale e degli spazi verdi
  • Realizzazione di un sistema di informazione digitale infopoint turistico multilingue
  • Intervento di depurazione delle acque reflue del pantano attraverso il Grande Progetto “La Bandiera blu del Litorale Domizio”. Lavori già in corso d’opera
  • Realizzazione di una tensostruttura lamellare polifunzionale da adibire ad eventi di sport, cultura, spettacoli, meeting, congressi ed arte motoria, fruibile tutto l’anno.

Il Progetto dovrà essere curato e gestito da un Consorzio avendo la disponibilità di 200 unità abitative per vacanze brevi (7-10 giorni) o lunghi periodi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui