Il Formia Calcio perde con il Monte San Biagio per 2 a 1

Formia Calcio: Avgul, Lucignano (6’ st Autiero), Festa, Pepe, Battaglia, Pasquale, Nulli (1’ st Tortora), D’Aprile (1’ st Sarr), Zaccaro, Petronzio (27’ st Raspaolo), Basso. A disp.: Raso, Pergamo, Luchetta, Milone, Castiglione. All.:   Mauro Pernarella

Monte San Biagio: Frascogna, Parisella Giuseppe, De Santis, Rinaldi, Panella, Altobelli, Parisella Luca, Fanelli, De Simone (6’ st Gesmundo), Mallozzi (49’ st Rosati), Caiazzo (35’ st D’Onofrio). A disp.: Venturiero, Toti, Turco, Gionta Federico, Di Franco, Gionta Romeo. All.: Alessandro La Rocca

Arbitro: Adrian Lupinski di Albano Laziale

Assistenti: Calce di Cassino e Martelluzzi di Frosinone

Reti: 13’ e 40’ pt De Simone (M), 7’ st Basso (F)

Note: a fine partita espulso Castiglione (F) per condotta violenta; ammoniti D’Aprile, Zaccaro, Raspaolo (F), De Santis, Mallozzi (M), recupero 1’ pt, 6’st.

Una partita che ha visto due squadre affrontarsi dopo il 2 a 2 dell’andata, che ha visto Mallozzi esaltarsi segnando alla squadra della sua zona, con il debutto di Maradona che era stato tutt’altro che esaltante. Ma quella era un’altra storia, la partita di domenica doveva essere una partita che il Formia Calcio aveva l’obbligo di fare sua, ma che invece è finita con un risultato che la penalizza, anche perché vista la defaiance delle prime della classe, ci sono nove squadre a cinque punti della forbice promozione diretta e anche dei play off. Ma il Formia Calio, intimorito dalla forza a centrocampo del monticelliani, hanno subito il loro pressing ed non è un caso che al 13° e al 40° su due svarioni difensivi della retroguardia biancoazzurra ha visto De Simone, che  è stato veramente un brutto cliente, segnare due goal con estrema facilità. Solo nel secondo tempo una reazione iniziale dei ragazzi di mister Pernarella che ha accorciato le distanze con un goal di Basso, da qualche domenica in rete al posto di capitan Zaccaro, ancora con i postumi dell’infortunio che ha subito tempo fa. Poi degli episodi hanno macchiato la fine dell’incontro che vedrà la prossima partita prova di alcuni elementi fondamentali per la trasferta contro l’Anitrella, che fino a qualche domenica fa era la capolista di questo girone del campionato di Promozione. Buona la direzione di gare dell’arbitro Lupinski, ma sicuramente doveva essere più severo vero la fine della partita, perché altrimenti non ci sarebbero stati gli episodi che poi hanno scatenato un piccolo parapiglia alla fine del match, e che vedrà sicuramente la mano pesante del giudice sportivo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *