FORMIA CALCIO: Avgul, Agrillo (12’ st Nulli), Festa, Pepe, Battaglia, Autiero, Lucignano, Sarr, Zaccaro, Petronzio (37’ st Raspaolo), Basso. A disp.: Raso, Tortora, Pasquale, Cannella, D’Aprile, Pergamo, Galli. All.: Mauro Pernarella (squalificato).

PONTINIA: Ristic, Bottoni, Roani, Vezzoli, Rogato, Dell’Isola, D’Amato (16’ st Brizzi), Schiavon (23’ st Peressini), Coia, Costanzi (27’ st Vanzari), Toto. A disp.: Morichini, Stefanelli, Forzan, Piersanti, Di Girolamo, Margarita. All.: Fabrizio Cencia.

Arbitro: Gabriele Sacchi di Macerata

Assistenti: Messina di Cassino e Romagnoli di Albano Laziale

Reti: 43’ pt Vezzoli (P), 1’ st e 31’ st Zaccaro (F), 47’ st Raspaolo (F)

Note: prima della gara cerimonia in ricordo di Giovanni Cardillo, giovane tifoso del quale ricorre l’ undicesimo anniversario dalla scomparsa. Ammoniti Agrillo, Petronzio, Basso (F), Schiavon, Bottoni, Dell’ Isola, Coia, Peressini (P), recupero 2’ pt, 7’ st.

Nel nome di quel ragazzo che non è mai stato dimenticato, undici anni dopo la sua prematura scomparsa, un ragazzo che aveva il Formia calcio nel sangue, nel suo DNA di tifoso formiano. E ancora una volta il Formia calcio non lo ha dimenticato, con una cerimonia semplice, una cerimonia che ha dato momenti di commozione, con un a delegazione della tifoseria formiana che ha voluto donare un mazzo dio fiori a colei che lo ha partorito e solo la mala sorte lo ha strappato giovane ad una vita lunga, ed anche la squadra, con il suo giocatore più rappresentativo, il bomber e capitano Vincenzo Zaccaro, ha fatto il suo, consegnando un altro mazzo di fiori alla madre di Giovanni, che da parte sua ha voluto ricambiare con una targa ricordo consegnata alla società. Dopo questo momento commovente del ricordo, si è passati al calcio giocato, con il Formia Calcio che aveva a disposizione un risultato solo per poter sperare di arrivare almeno quarta sperando che Città di Paliano faccia sua la Coppa Italia di categoria. Dopo un inizio dove le squadre si sono studiate a lungo, con azioni da una parte e dall’altra, si è vista la prima rete solamente al 43à del primo tempo con Vezzoli che grazie ad una punizione al limite dell’area ha avuto l’occasione di battere Avgul. Rientrati in campo dopo l’intervallo, immediatamente i ragazzi di mister Pernarella (squalificato, al suo posto Davide Palladino che ha diretto la squadra con indicazioni ben precise) ha agguantato il pareggio con sempre lui, il bomber Zaccaro, che ha approfittato di u n momento di sbandamento degli ospiti. La partita quindi si è riaccesa e solo al 31° Zaccaro, ancora lui, ha trovato lo sputo vincente per poter rimettere in auge i suoi compagni segnando la rete del vantaggio. Ma durante l’andamento del secondo tempo c’è stato un tentativo di rissa che ha fatto si che l’arbitro concedesse un lungo recupero di ben sette minuti. E proprio un giocatore entrato nella ripresa, Raspaolo, ha segnato una rete incredibile da fuori area portando a tre le segnature totali per il Formia. La distanza dalla vetta rimane a 10 punti, e per il Formia adesso il difficilissimo impegno fuori casa con il Terracina, che per chi se lo ricorda, ha espugnato il campo di Maranola facendo piangere mister Pernarella, che aveva appena assunto la guida tecnica della squadra formiana. Giovanni, do dove adesso si trova, la consolazione che i suoi colori del cuore gli hanno dato una gioia immensa. Ciao Giovanni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui